rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Scuole

Torna il turismo scolastico di Pechéte. In 4 anni coinvolti oltre 1200 studenti

Riparte il programma di turismo didattico esperienziale sull’identità locale del territorio rurale del Gal Patavino che tra 2017 e 2021 ha intercettato 97 classi in 53 scuole dell'area

Dopo la pausa Covid torna a scaldare i motori Pechéte, il programma di turismo didattico esperienziale sull’identità locale del territorio rurale del GAL Patavino che tra 2017 e 2021, e compreso lo stop causato dalla Pandemia, ha saputo coinvolgere 1252 studenti di 97 classi in 53 scuole dell'area. Pechéte, il programma di turismo didattico esperienziale sull’identità locale del territorio rurale del Gal Patavino, scalda i motori per la sua ripartenza.

Obiettivi

L'obiettivo è quello di sensibilizzare gli studenti rispetto alle potenzialità del proprio territorio, far acquisire loro nuove conoscenze e realizzare in maniera condivisa strumenti concreti di promozione del territorio. Il progetto si propone, quindi, di rileggere in chiave turistica la storia e l'identità dei luoghi dell’area target del GAL Patavino, offrendo agli studenti conoscenze che torneranno loro utili anche in futuro, e coinvolgendoli nella realizzazione condivisa di strumenti di promozione legati a nuove discipline e a nuovi linguaggi. Attraverso percorsi esperienziali, laboratori e visite guidate i ragazzi si potranno cimentare nella realizzazione di micro-clip audio-video, nella mappatura dei luoghi, nella creazione di contenuti per le visite virtuali del territorio in digitale e fino al confronto vero e proprio con un pubblico di turisti in qualità di guide esperte.

Temi

Sono 3 i temi che i ragazzi affrontano durante il loro percorso in Pechéte: quello delle Antiche Vie della Fede che permettono loro di scoprire e riscoprire i tesori dell'arte religiosa, quello archeologico alla ricerca dei resti degli Antichi Veneti, celebri allevatori di cavalli, e quello che fin dal principio ha caratterizzato Pechéte: l'identità rurale di quest'area bella e spesso sconosciuta. Due anni fa in questo contesto i ragazzi hanno studiato le attività di bonifica che si sono susseguite in questi territori nei secoli, nel 2020 hanno affrontato il ruolo della canapa, della coltivazione e degli usi, in un lungo percorso fisico e culturale che li ha portati nel cuore di una tradizione rurale che ha ancora molto da raccontare alle nuove generazioni. Con il 2021 il progetto vede la collaborazione di due comuni: Villa Estense, capofila di 11 comuni del territorio per lo sviluppo del tema legato alle risorse turistiche religiose, e Este, che a sua volta è capofila di 13 comuni, per la valorizzazione delle risorse archeologiche.

Numeri


Tra il 2017 e i primi sei mesi del 2021 Pechéte è stato in grado di coinvolgere in queste attività: 53 scuole e istituti di ogni ordine e grado, 97 classi e 1252 alunni. A partire da ottobre centinaia di ragazzi scopriranno assieme nuovi percorsi di riconoscimento di un'identità territoriale che mira a stimolare, soprattutto nei più grandi, anche potenziali percorsi occupazionali legati proprio al turismo rurale.

Banca Ore

Continua nel frattempo anche il programma della Banca Ore delle guide turistiche che accolgono i visitatori alla scoperta di un territorio che va dai Colli Euganei all’Adige, con il sistema di prenotazione on line creato appositamente per il territorio. 

Appuntamenti

Tutti i weekend di ottobre a partire da sabato 2 continua la ricca offerta turistica di #daiColliall'Adige con ben 11 visite guidate gratuite alla riscoperta di un territorio spesso poco noto ma ricco di grande fascino: tra antiche abbazie e itinerari naturalistici, tra chiese e castelli, affreschi e misteri della geologia, adulti e bambini potranno immergersi nei colori dell'autunno in uno spettacolo fatto di storia e cultura, natura e bellezza. Sabato 2 ottobre, nel contesto di “Passaggi Rurali”, uno dei 4 percorsi tematici del progetto, si potranno riscoprire “i Monti di Galzignano tra sentieri, natura e collezioni museali” in un percorso a piedi di circa 4,5 km per un dislivello di 150 metri, adatto a grandi e piccini che partirà alle 8.45 dal parcheggio di via Pavaglione a Galzignano Terme. Domenica 10 ottobre a partire delle 9:00, nel contesto di “Before Venice”, la Banca Ore delle guide turistiche #daiColliall'Adige propone un tour in bici di circa 20 km per un paio d'ore di pedalata dal titolo “Andar per argini nella terra tra i due fiumi Biancolino e Vigenzone” in cui si potranno scoprire tesori naturalistici e architettonici dell'area.  Domenica 17 ottobre nel contesto di “Antiche Vie della Fede” è in programma “Bike tour sulle orme di Santi e pellegrini nella Bassa Padovana”. Una ciclo-escursione di 21 km con pendenza zero alla riscoperta di tesori sconosciuti ai più dell'arte religiosa locale. Domenica 3 ottobre da Teolo si parte invece per “attorno a Rocca Pendice tra cascatelle e le Forche del Diavolo”. Un trekking di circa 5 km adatto a tutte le età alla riscoperta di alcuni dei più suggestivi angoli dei Colli Euganei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il turismo scolastico di Pechéte. In 4 anni coinvolti oltre 1200 studenti

PadovaOggi è in caricamento