Mercoledì, 23 Giugno 2021
Viabilità

Aperto al traffico e inaugurato il Ponte della Riviera tra Polverara e Casalserugo

È stato inaugurato giovedì 20 maggio alla presenza del presidente della Provincia di Padova Fabio Bui e dei sindaci Alice Bulgarello e Matteo Cecchinato. Erano inoltre presenti i primi cittadini dei Comuni confinanti Arzergrande, Albignasego, Bovolenta, Brugine, Cartura, Due Carrare, Legnaro, Maserà di Padova, Piove di Sacco, Ponte San Nicolò.

La Provincia di Padova ha terminato i lavori e riaperto al traffico il Ponte della Riviera, lungo la Sp 30 tra Polverara e Casalserugo. Il manufatto che sorge sul canale Roncajette è stato inaugurato giovedì 20 maggio alla presenza del presidente della Provincia di Padova Fabio Bui e dei sindaci Alice Bulgarello e Matteo Cecchinato. Erano inoltre presenti i primi cittadini dei Comuni confinanti Arzergrande, Albignasego, Bovolenta, Brugine, Cartura, Due Carrare, Legnaro, Maserà di Padova, Piove di Sacco, Ponte San Nicolò.

Un'opera attesa

«È un’opera senza dubbio molto attesa dalle imprese e dai cittadini – ha detto il presidente Buiparliamo di sicurezza, prima di tutto, ma parliamo anche di competitività. Come Provincia siamo convinti che le grandi opere potranno rilanciare il sistema economico e produttivo solo a patto di investire anche nella viabilità provinciale perché è la rete infrastrutturale che più serve alle piccole e medie imprese. L’eccellenza su cui si fonda la ricchezza e il patrimonio produttivo veneto insiste nelle zone artigianali dei nostri Comuni. Per questo la nostra amministrazione è in prima linea per quanto riguarda la manutenzione e la sicurezza di tutta la rete viaria provinciale. In particolare, il continuo transito di carichi sempre più pesanti su questa arteria, ci ha spinto ad intervenire con il rifacimento dell’impalcato e il rinforzo delle strutture di appoggio di un ponte che risale al 1958. Nel 2010, inoltre, il manufatto aveva subito sollecitazioni straordinarie a causa dell’ondata di piena del Bacchiglione. Ora restituiamo alla comunità un’opera molto attesa che siamo riusciti a finire in meno di un anno».

Singeria tra istituzioni

L’intervento è stato finanziato dalla Provincia con 1,6 milioni di euro«È sicuramente un segno tangibile e concreto di attenzione al territorio, ai cittadini e alle imprese che lavorano e danno lavoro – ha detto il sindaco BulgarelloParliamo di un’opera necessaria per la messa in sicurezza garantendo a tutti di transitare con tranquillità. Ringraziamo la Provincia per aver saputo guardare alle esigenze di queste due comunità. È il primo passo perché stiamo continuando a lavorare per progetti che uniscono e speriamo di poter proseguire con questa sinergia tra istituzioni».

Oltre le barriere

«L’apertura del ponte coincide con la fine della pandemia e non è una casualità – ha spiegato il sindaco Cecchinato - Costruire ponti e superare le barriere in questo momento di crisi è necessario per tutti e credo che questo modo di procedere possa dare nuovo slancio a beneficio dell’area a sud di Padova».

I lavori

L’intervento ha riguardato la demolizione completa dell’impalcato esistente comprese le quattro pile in alveo. Successivamente sono state rinforzate le spalle in cemento armato. È stato, inoltre, realizzato un nuovo impalcato con struttura in acciaio e soletta in cemento armato funzionale a strade extraurbane con due corsie di marcia protette da barriere di sicurezza. Il ponte è servito ora anche da due piste ciclo pedonali da 1,50 metri su entrambi i lati e sono state realizzate le rampe di collegamento con la viabilità esistente. Dopo le prove di carico, il ponte è stato riaperto al traffico veicolare.


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperto al traffico e inaugurato il Ponte della Riviera tra Polverara e Casalserugo

PadovaOggi è in caricamento