menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova ondata di maltempo, dichiarato lo stato di attenzione: vento e neve a bassa quota

L'allerta va dalle ore 13 di domenica alle 24 di martedì 12 dicembre per quanto riguarda il vento, fino alle 14 di lunedì per i fenomeni nevosi. Precipitazioni e temperature in diminuzione su tutto il territorio regionale. Le previsioni Arpav

Sulla base delle previsioni emesse dall’Arpav, il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione su tutto il territorio per vento forte dalle ore 13 di domenica, alle ore 24 di martedì 12 dicembre. Lo Stato di Attenzione per nevicate è dichiarato dalle ore 13 di domenica alle ore 14 di lunedì 11 dicembre e riguarda la possibilità di nevicate nelle zone di pianura e pedemontane e alle basse quote montane. Allerta anche per quanto riguarda il rischio idrogeologico dalle 8 di lunedì 11 dicembre, alle ore 14 di martedì 12 dicembre relativamente ai bacini Piave-Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone.

LE PREVISIONI ARPAV.

Domenica 10 dicembre. Cielo molto nuvoloso o coperto. Probabilità di precipitazioni in aumento fino ad alta (75/100%) verso sera, quando saranno estese con accumuli in prevalenza modesti e localmente moderati; sui monti e sui colli nevicherà, anche in pianura nevicate più probabilmente in prossimità dei rilievi mentre su costa e zone limitrofe prevarranno le piogge. Temperature più basse rispetto a sabato e alla media pure di molto, fino al primo mattino sottozero in modo esteso e anche sensibile. Venti in pianura generalmente deboli e a tratti moderati, fino al primo mattino con direzione variabile e poi da nord-est. Nelle valli deboli o moderati con direzione variabile. In alta montagna Libeccio da moderato a molto forte.

Lunedì 11 dicembre. Cielo molto nuvoloso o coperto. Fino al mattino alta probabilità alta di precipitazioni (75/100%); saranno estese con nevicate nelle prime ore sui monti e zone limitrofe, poi quota neve in rapido e significativo aumento in prevalenza fino a 1400-1700 m sulle Prealpi e 1200-1500 m sulle Dolomiti, dapprima sulle zone più esposte ai venti di Scirocco in pianura e Libeccio in montagna. Tra il pomeriggio e la sera probabilità da alta (75-100%) su zone montane e pedemontane a medio-bassa (25-50%) verso la costa; su rilievi e zone limitrofe continueranno ad essere estese e frequenti, spostandosi verso la costa da diffuse a sparse e discontinue. Temperature più alte di domenica, anche sensibilmente. Venti in pianura Scirocco, da teso o forte a moderato andando dalla costa alla pedemontana. Sui monti Libeccio, debole o moderato nelle valli e forte o molto forte in alta quota.

Martedì 12 dicembre. Spesso nuvoloso con varie precipitazioni. Quota neve a 1100-1400 m sulle Prealpi e 800-1100 m sulle Dolomiti. Venti meridionali in attenuazione. Temperature più alte di lunedì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento