36°automotod'epoca: ruote da sogno espone la "Ferrarina", prodotta dall'inventore dell'amuchina

Da giovedì scatta la 36esima edizione del salone più importante in Europa. Al Padiglione 15 Ruote da Sogno espone 24 auto e diverse moto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Conto alla rovescia per l’edizione 2020 di Auto Moto d’Epoca, il più importante appuntamento italiano dl settore, che quest’anno si terrà dal 22 al 25 ottobre. Ruote da Sogno, il famoso atelier motoristico della MotorValley che in pochi anni di attività è diventato tra i maggiori player internazionali per le auto classiche e primo operatore europeo per le moto d’epoca, approda come ogni anno alla Fiera di Padova, con una gamma di auto di considerevole valore ed un prestigioso lotto di moto d’epoca. Ruote da Sogno oltrechè nel rinnovato Padiglione 15, esporrà numerose auto di pregio anche nell’area esterna sul Viale Centrale della Fiera di Padova, sicuramente un parterre di grande richiamo per tutti i visitatori dell’evento.

Ruote da Sogno

Si tratta di un’importante partecipazione, con la quale Ruote da Sogno intende dare un forte segnale al mercato delle Classiche e delle Youngtimer, che, nonostante il delicato momento storico, stanno registrando una sensibile aumento dell’offerta, condizione questa, sicuramente favorevole per collezionisti e investitori alla ricerca di pezzi particolari. Tra le auto che saranno esposte negli stand di Ruote da Sogno da segnalare due fantastiche Lamborghini Diablo in condizioni da concorso, una del 1991, blu metallizzato ed una 6.0 VT del 2000 con pochissimi chilometri, entrambe con un sofisticatissimo abbinamento di colori esterno/interni. Una grintosissima Alpine Renault A110 1600 S "VB" stradale del 1972, assai ben conservata e con dotazioni da gara. E poi la rara ASA 1000 GT del 1965, la famosa “Ferrarina” nata da una idea di Enzo Ferrari ma prodotta dall'industriale chimico Oronzo de Nora, inventore dell'antibatterico "Amuchina". Il telaio è di Giotto Bizzarrini, meccanica di Carlo Chiti e carrozzeria Bertone, design di un giovanissimo Giorgetto Giugiaro. E ancora, una rossa Maserati 3500 GT I del 1964 Carrozzeria Superleggera, superbamente restaurata a nuovo con interni in pelle avorio. Una elegantissima Alfa Romeo 1900 Coupè Super Sprint del 1956 in condizioni da Concorso, con interni in pelle rosso Cartier.

Porsche

Da non perdere, il lotto delle Porsche in vendita, composto da una Carrera Coupè 2.7 del 1974 “blau Mexico”, colore tanto amato dagli appassionati della Casa di Stoccarda, una Carrera RS 2.7 del 1973,“tangerine red” restaurata a nuovo ed in condizioni da concorso, la più costosa dell’intero lotto di auto, un’icona ricercatissima dai collezionisti. Una cattivissima 993 RS Carrera Clubsport del 1995, colore “guard reds”, omologata per uso stradale ed in una versione assai rara. E poi ancora, una Porsche 996 GTL in condizioni perfette ed una 911 2.7 Targa rosso. Tra le Ferrari, una 360 Spider giallo Modena ed una impeccabile 308 GTB vetroresina del 1976, mentre tra le instant classic, spicca una possente Mercedes SLR Mc Laren, colore Crystal Silver, appartenuta ad un noto artista italiano. Tra le moto alcuni pezzi “pesanti”, come una rara Bimota Tesi SR del 1991 e una MV Agusta 750 America del 1976 di grande valore, ma si potranno ammirare anche altri pezzi di assoluto valore storico.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento