Tetti e facciate in alluminio: per un’edilizia forte, elegante e funzionale

Resistenza, duttilità e sostenibilità: non c’è materiale che regga il confronto!

Al giorno d’oggi basta guardarsi intorno per vedere qual è il problema nei centri urbani in Italia: i rivestimenti di case, palazzine ed edifici sono tutto meno che belli da vedere. E non è questione di gusti personali, intendiamoci, qui parliamo di tetti martoriati giorno e notte  da condizioni climatiche delle più varie, anche estreme: vento, pioggia, grandine, neve e ghiaccio, a lungo andare, hanno effetti deleteri sui materiali costruttivi delle coperture. Stesso discorso, infatti, vale anche per le facciate, che siano nuove o già rovinate da urti, scheggiature, bolle, usura, arrugginite o mezze scolorite dagli anni.

Da cosa dipende questo disastro architettonico? Dal materiale, ovviamente e dalla tecnica di posa. Ciò di cui sono fatti tetti e facciate è la principale causa del loro deterioramento nel tempo. 

Fortunatamente c’è chi ha già fatto questa riflessione per noi e ha capito che esiste un solo materiale veramente in grado di soddisfare tutti i requisiti di tenuta nelle più varie condizioni, atmosferiche e non. Prefa, azienda che da oltre 70 anni in Europa si occupa di rivestimenti per tetti e facciate e di soluzioni per lo smaltimento di acque piovane, ha compreso da tempo che l’alluminio è il materiale perfetto allo scopo.

800x600ù_2973027556094181_1553857689530925056_o-2

L’alluminio, infatti, è un materiale molto versatile con diverse caratteristiche adatte a risolvere praticamente ogni problema: è un materiale leggero e flessibile ma anche robusto e stabile, ideale per ristrutturazioni. La sua elevata malleabiltà offre infinite possibilità in fase di costruzione e progettazione; rimane impassibile alle intemperie e resiste ottimamente sia al caldo che al freddo, e non viene neanche intaccato dalla ruggine. È inoltre un materiale riciclabile all’infinito, senza perdita di qualità, con i conseguenti benefici a livello ambientale, economico nel tempo e tecnologico. 

È proprio la grande duttilità di questo materiale unico che ha spinto Prefa a fare dell’alluminio il centro nevralgico del proprio business, specializzandosi e innovandosi continuamente a riguardo e trovando negli anni sempre nuove soluzioni per soddisfare le esigenze dei propri clienti. I prodotti in alluminio Prefa, dedicati ai rivestimenti di tetti e facciate, oggi fanno storia a sé: le Doghe in alluminio Prefa sono un must irrinunciabile per chi cerca eleganza e funzionalità. La loro perfetta planarità è dovuta all’innovativo sistema di fissaggio a scomparsa, con montaggio a incastro, studiato da mastri lattonieri d’esperienza, che garantisce la perfezione della superficie evitando fissaggi a vista e aumentando la resistenza a pioggia e grandine, a urti e alla forza della trazione del vento. Prefa offre un’ampia gamma di forme, formati e schemi di posa, nonché tre diverse strutture di superficie (liscia, groffata o rigata) e ben 23 colorazioni standard possibili, alle quali si aggiunge, in questo 2020, la novità dell’effetto legno, disponibile nelle calde tonalità  del “noce scuro”, del “rovere grigio” e del “rovere naturale”. Come tutti i rivestimenti in alluminio PREFA, anche le Doghe sono coperte da una garanzia quarantennale sul materiale contro rottura, corrosione (ruggine) e congelamento, garanzia estesa anche sulla verniciatura contro scheggiatura e formazione di bolle sui rivestimenti, per le colorazioni della gamma PREFA P.10.

Elementi studiati ad hoc che vanno ad arricchire la gamma di oltre 5.000 prodotti, di sistemi integrati completi e l’ampio ventaglio di servizi personalizzati e produzioni su misura dedicate alla nuova stagione edilizia.

Basta un’occhiata al progetto in facciata realizzato a Padova per rendersi conto come le Doghe diano letteralmente un tocco unico alla vista d’insieme, con forme architettoniche ampie e lineari che si fondono con il gioco di vuoto/pieno dato proprio dalla presenza delle particolari facciate firmate Prefa. 

Per finire, l’ingegnoso sistema di fissaggio a maschio e femmina su supporti invisibili garantisce una tenuta salda. Le Doghe PREFA per facciata si applicano su sottostruttura in legno o metallo realizzata professionalmente con intercapedine ventilata a norma. Il sistema di rivestimento con facciata ventilata, struttura portante (muratura) e isolamento termico assicura le migliori proprietà in termini di coibentazione e insonorizzazione.

L’evoluzione tecnologica non si ferma solo all’ampliamento della gamma dei rivestimenti ma si sofferma anche sui fondamentali dettagli di fissaggio, per far sì che ogni tipologia di rivestimento per copertura, dagli elementi di piccolo formato fino ai pannelli di grandi dimensioni presenti la migliore performance di fissaggio, anche in caso di eventi estremi o di forte intensità.

Per qualsiasi domanda sul vostro progetto e per richiedere informazioni più dettagliate o tanto materiale gratuito, il consiglio è di visitare il sito web di Prefa Italia Srl, dove sono presenti anche i contatti telefonici dei diversi consulenti di zona, sempre a disposizione per trovare la giusta soluzione per ciascun cliente. L’assistenza clienti è a portata di mano.

Prefa assiste privati, architetti, progettisti, lattonieri e conciatetti, con servizi utili e altamente personalizzati, dalla fase di pianificazione a quella di esecuzione e di manutenzione e cura dei prodotti. La sua forza? Il rapporto diretto e di fiducia con il cliente, tipico di un’azienda tutt’ora a conduzione familiare, che fa della sincerità, responsabilità e parola data punti d’onore.

Per un’edilizia forte, elegante e sempre funzionale, nulla regge il confronto con l’alluminio Prefa.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento