Politica

5G: le amministrazioni comunali non potranno più dire di no

Per il presidente di Anci Veneto, Mario Conte: «Una limitazione all'autonomia dei sindaci su un tema delicato che tocca da vicino le comunità ed il paesaggio»

«I sindaci dei comuni non potranno introdurre limitazioni alla localizzazione sul proprio territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualunque tipologia e non potranno fissare limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici diversi rispetto a quelli stabiliti dallo Stato». Questo è quanto si legge sul sito del dipartimento dell'Innovazione, in base alle previsioni contenute nel decreto Semplificazioni sul 5G (articolo 38).

Anci Veneto

Per il presidente di Anci Veneto, Mario Conte: «Una limitazione all'autonomia dei sindaci su un tema delicato che tocca da vicino le comunità ed il paesaggio». Con il blocco delle ordinanze dei sindaci dovrebbero ripartire le sperimentazioni sul territorio italiano

5G

Il 5G è uno standard di nuova generazione per la comunicazione mobile che sostituirà il 4G e sarà a bordo degli smartphone di nuova generazione e soprattutto dei tanti oggetti connessi (Internet of things) destinati ad essere sempre più numerosi (elettrodomestici, auto, semafori, lampioni, cassonetti). Una delle caratteristiche principali di questa rete è permettere molte più connessioni in contemporanea, con alta velocità e tempi di risposta rapidi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5G: le amministrazioni comunali non potranno più dire di no

PadovaOggi è in caricamento