Crisi comparto zootecnico: Coldiretti chiede intervento di Governo e Regione

«Un settore – spiega Coldiretti Veneto – dimenticato dai finanziamenti Ue riservati invece solo agli animali da 8 mesi in poi, tipologia produttiva tipica del Nord Europa, che non presenta di certo gli standard qualitativi e caratteristiche dei bovini allevati in Pianura Padana»

«Gli allevamenti di vitelli a carne bianca sembrano non conoscere una Fase2. La ripresa per gli imprenditori zootecnici veneti – dice Coldiretti – è difficile in quanto la situazione del comparto ha ormai raggiunto livelli preoccupanti».  L’analisi è di Coldiretti Veneto che ricorda che il settore rappresenta un valore di circa 350milioni di euro, con oltre 250 mila capi distribuiti in centinaia di stalle, una buona parte delle quali si trova in provincia di Padova.

Perdite

Le perdite a causa dell’emergenza sanitaria che ha di fatto chiuso i canali Ho.re.ca.  superano il 30% e fanno riferimento al crollo dei consumi oltre che delle quotazioni: è stato registrato un calo dei prezzi al chilo dai 5,30 ai 3,00 euro, ovvero 150mila euro a vitello.  «Un settore – spiega Coldiretti Veneto – dimenticato dai finanziamenti Ue riservati invece solo agli animali da 8 mesi in poi, tipologia produttiva tipica del Nord Europa, che non presenta di certo gli standard qualitativi e caratteristiche dei bovini allevati in Pianura Padana».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zootecnia

“Questo settore della nostra zootecnia merita la dovuta attenzione per ciò che rappresenta per la nostra regione – sostiene Coldiretti Veneto – è indispensabile intervenire urgentemente  attuando le misure per il ritiro dal mercato di parte del prodotto al fine riequilibrare il mercato che oggi riconosce agli allevatori prezzi che sono abbondantemente sotto i costi di produzione. Per questo ci aspettiamo che, nel prossimo decreto del Ministero dell’agricoltura che dovrà definire gli interventi per le filiere agricole, ci siano misure adeguate per gli allevamenti del vitello a carne bianca, insieme ad una forte promozione della carne italiana nei confronti dei consumatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Frodi fiscali nelle importazioni di auto usate: sequestrati beni per 2 milioni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento