menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mario Adinolfi

Mario Adinolfi

Adinolfi a Padova: "Alle politiche per contrastare leggi contro la vita e la famiglia"

Il presidente del Popolo della Famiglia, ospite al caffè Pedrocchi, incalza: "Anche a Padova saremo presenti con il nostro simbolo

«Grazie Padova, siamo pronti per le prossime Elezioni Politiche!”». 

L'INCONTRO



Con queste parole si è concluso l’incontro di presentazione del libro “O Capiamo O Moriamo” di Mario Adinolfi, svoltosi pomeriggio al Caffè Pedrocchi a Padova, presente anche Mirko De Carli, coordinatore PdF per il Nord Italia ed il Circolo PdF locale. Davanti ad una platea attenta ed interessata che gremiva la sala Rossini, Mario Adinolfi, giornalista, scrittore e Presidente Nazionale del Movimento Politico “Il Popolo della Famiglia”, ha parlato per quasi 2 ore, e con una quantità di dati impressionanti, ha illustrato la situazione valoriale drammatica dell’Italia e dell’Europa.

"SOCIETA' SENZA VERITA'"

Partendo dall’analisi delle cause di denatalità italiana, passando per la proposta di legge su eutanasia e droga ad uso terapeutico, Adinolfi ha indicato chiaramente il piano inclinato sul quale si stà muovendo la società italiana. Attenzione anche ai recenti fatti di cronaca tra spacciatori e troupe televisiva in stazione di Padova, evidenziandone le possibili soluzioni per invertire la rotta. «Una società, quella italiana, che ha smarrito la verità», ha sottolineato Adinolfi, «e che di fronte ad elementi
valoriali incontrovertibili riesce a rispondere con l’apericena o poco più.» Ampia riflessione anche sullo scambio di tweet di questi giorni, fra i governatori Maroni ed Emiliano: «Sì al contrasto all'omofobia in cambio dell’autonomia regionale che, in realtá si traduce con approvazione del DDL Scalfarotto con la conseguente restrizione della nostra libertà in cambio, forse, di quattro soldi». Questa la dichiarazione di Adinolfi a seguito del dialogo sui social fra i due governatori. «Si tratta di leader cha hanno un altro sistema valoriale, sono politici che se devono fare un baratto, lo fanno. Come l’hanno già fatto nel caso della legge sulle unioni civili, varata poche settimane dopo il Family Day. Ma l’alternativa c’è: alle prossime elezioni politiche potremo votare il simbolo “Popolo della Famiglia” , e fare entrare in Parlamento alcuni Deputati e Senatori capaci di evitare il varo di leggi contrarie alla Vita, alla Persona ed alla Famiglia.» «Il Popolo della Famiglia» ha ripreso Adinolfi «resta l’unico soggetto politico autonomo e libero, nato per il tradimento operato dalla politica nei confronti di milioni di persone scese in piazza per difendere il diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà. Anche a Padova lanciamo un messaggio forte e chiaro:» ha concluso Adinolfi tra
gli applausi «sui principi non negoziabili, Il Popolo della Famiglia propone un programma e un’idea ispiratrice integrale. La risposta dei cattolici a questa offerta politica è già stata misurata e dal Veneto iniziamo a far ripartire l’Italia, mettendo al primo posto la Famiglia. Grazie Padova!»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento