rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
CONFLITTI

Aeroporto Allegri, Mosco (Lega): «Giordani poteva fare molto di più per i lavoratori»

La consigliera del Carroccio non discute il cambio di guardia tra Aeronautiva e Vigili del fuoco, ma si concentra sul futuro delle 400 famiglie trasferite

«Non discuto l'operazione, ma Giordani ai tavoli avrebbe dovuto pressare affinchè venissero tutelate le famiglie dei militari». Ormai c'è poco da fare. I militari sono state tutti già trasferiti ad Istriana e a Poggio Renatico. Un trasloco iniziato a scaglioni nel 2018 e chiuso con l'ammaina bandiera di dieci giorni fa, che ha sancito l'addio dell'Aeronautica all'aeroporto Allegri e l'ingresso (entro il 2022) del centro di formazione allievi dei vigili del fuoco.

L'impegno della consigliera Mosco

La consigliera leghista Eleonora Mosco ha seguito la vicenda negli ultimi tre anni, provando a far emergere le difficoltà del trasferimento di circa 400 militari (con famiglie) da Padova verso la provincia di Treviso o di Ferrara. La decisione di dismettere la base padovana però è stata presa direttamente del ministero della Difesa ormai 10 anni fa. Dieci giorni fa il sindaco Sergio Giordani aveva parlato di un «successo» perché il suo timore era quello che l'area di via Sorio poi rimanesse abbandonata. Invece grazie ad un accordo con il Demanio una parte di questa sarà utilizzata per addestrare nuovi pompieri, mentre sull'altra ci saranno archivi e probabilmente la guardia di finanza. «All’interno del progetto di riqualificazione dell’Allegri, il sindaco avrebbe dovuto pensare anche ai suoi cittadini, e cioè al personale civile e militare, che dentro l’aeroporto vi ha lavorato per moltissimi anni – sostiene Mosco - .Giordani, invece, al tavolo cui si è discusso il progetto di riqualificazione, ha trattato questi cittadini da numeri, noi chiediamo che vengano trattati da persone che meritano di vedere salvaguardata la loro dignità e che pretendono rispetto. Per questo motivo, va riconsiderato il coinvolgimento dell’Aeronautica nel progetto di riqualificazione dell’Allegri. Non dimentichiamo che ci sono 180 alloggi in 3 palazzine che possono essere riutilizzabili da tutte le forze coinvolte nel progetto di riqualificazione e anche dall’Aeronautica». Su questo però era stato chiaro il generale Roberto Comelli il giorno dell'addio: «Abbiamo aiutato più famiglie possibili. Non è stato facile né per loro né per noi. Ma la storia con Padova si chiude qui».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto Allegri, Mosco (Lega): «Giordani poteva fare molto di più per i lavoratori»

PadovaOggi è in caricamento