menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione fascista allo spazio Catai: un corteo per le vie della città

Cinquecento persone si sono radunate sul Ponte San Leonardo, a Padova, in solidarietà e vicinanza al collettivo dello spazio Catai

Dalle ore 18 di venerdì 21 dicembre, cinquecento persone si sono radunate sul Ponte San Leonardo, a Padova, in solidarietà e vicinanza al collettivo dello spazio Catai, che da un anno è anche sede delle attività di Potere al Popolo. Una manifestazione annunciata e molto partecipata, quindi. Negli scorsi giorni, immediatamente dopo l'aggressione allo spazio, parole dure di condanna sono arrivate anche da parte dell'amministrazione comunale e in particolare da parte del sindaco, Sergio Giordani.

Antefatto

Nella notte tra il 19 e il 20 dicembre, i locali del Catai hanno infatti subito un'intrusione fascista e alcune pareti sono ancora imbrattate di svastiche, croci celtiche e insulti. «Sorridere è un altro modo per mostrare i denti: Padova antifascista», questo lo slogan con cui si aperto il coerteo che ha attraversato le vie del centro città scandendo cori e slogan  e si è concluso con i balli al ritmo della Murga, presso la scalinata della Gran Guardia, in piazza dei Signori. A quel punto erano le 21.30. 

Manifestazione

La manifestazione, convocata da un giorno all'altro, ha visto l'adesione di oltre 40 tra associazioni, centri sociali, forze politiche e sindacali, movimenti. Numerosi e variegati gli interventi dal microfono aperto.

Catai

“La manifestazione di ieri - spiegano dal collettivo - è stata infatti animata da tante persone ed esperienze che giorno dopo giorno tessono legami solidali, costruiscono comunità e consapevolezza dei propri diritti, che aiutano a rompere il giogo dell'indifferenza e della passività, permettendo di riconoscere la forza che abbiamo se, insieme, rompiamo la solitudine e chiediamo quella giustizia che viene è troppo spesso negata.” dicono i componenti del collettivo Catai e di Potere al Popolo Padova: «Questo facciamo e questo continueremo a fare, a testa alta e sotto la luce del sole come sempre».

Aula studio gratuita

Continuano infatti anche durante le vacanze natalizie le attività dello spazio Catai: l'aula studio gratuita è aperta ogni sabato e domenica, al lavoro anche lo Sportello contro lo sfruttamento di supporto per lavoratrici e lavoratori e quello per migranti, mentre a gennaio riprende l'attività culturale con la presentazione dell'ultimo romanzo del collettivo WuMing prevista per venerdì 11 gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento