Agrex: la proprietà non si presenta neppure, ma i lavoratori non si arrendono

«Nel frattempo - spiegano dalla Fiom - la società affittuaria della Agrex, la Moperi, è fallita e quindi sono saltati i rapporti di affitto e pagamento e sarà necessario confrontarsi con un curatore fallimentare per quanto riguarda il futuro»

Duro il commento dei sindacalisti Fiom rispetto all'atteggiamento che la proprietà dell’Agrex srl, «dopo non aver rispettato l’impegno preso, non aver effettuato il pagamento della mensilità di novembre promesso lunedì e non essersi nemmeno presentata in Regione oggi, ha con le tali modalità di comportamento rafforzato la determinazione dei lavoratori ad andare avanti, convinti delle proprie ragioni. I lavoratori e le lavoratrici della Agrex srl oggi hanno ufficializzato la loro intenzione di unirsi in cooperativa per far ripartire l’azienda e per rassicurare anche fornitori e clienti che il lavoro riprenderà. I tecnici dell’Unità di Crisi della Direzione Lavoro della Regione Veneto hanno manifestato vicinanza e disponibilità nei confronti dei lavoratori per costruire le condizioni per una prospettiva occupazionale e lavorativa.

Agrex

«Nel frattempo - spiegano dalla Fiom - la società affittuaria della Agrex, la Moperi, è fallita e quindi sono saltati i rapporti di affitto e pagamento e sarà necessario confrontarsi con un curatore fallimentare per quanto riguarda il futuro. In questo modo si apre per i lavoratori e le lavoratrici una nuova possibilità per poter aver diritto alla cassa integrazione straordinaria. In ogni caso continueranno le azioni legali nei confronti della Agrex srl e della Moperi per quanto riguarda i pagamenti insoluti nei confronti dei dipendenti».

Scarpa

Il segretario generale della Fiom di Padova, Loris Scarpa, ha dichiarato: «Assodato il comportamento inaffidabile della proprietà continueremo a muoverci legalmente per vedere corrisposti gli stipendi di novembre, di dicembre e la tredicesima a questi lavoratori.” Continua “Con la dichiarazione di fallimento della società che ha affittato alla Agrex ora si può pensare di procedere in modo tale da ripristinare il lavoro dell’azienda. I lavoratori, raccolta la disponibilità dei tecnici della regione, hanno intenzione di non fermarsi e andare avanti per rendere nuovamente operative e agibile il loro luogo di lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Coronavirus, la lettera del sindaco Giordani ai padovani

  • Governo, decreto straordinario: Vo' "sigillata" per quindici giorni, non si potrà entrare o uscire

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento