Albignasego, il comune a sostegno delle attività produttive

L’Amministrazione Comunale di Albignasego si è attivata per definire ed implementare diverse misure di sostegno economico in materia di tributi locali

Nel quadro degli interventi di sostegno alle attività economiche cittadine nell’attuale fase di crisi conseguente all’emergenza epidemiologica, l’Amministrazione Comunale di Albignasego si è attivata per definire ed implementare diverse misure di sostegno economico in materia di tributi locali.

Sindaco Giacinti

Precisa al riguardo il Sindaco, Filippo Giacinti: «L’amministrazione comunale intende venire incontro ai pubblici esercizi, settore fra i più gravemente colpiti, che intenderanno avvalersi della possibilità di effettuare occupazioni di suolo pubblico attenendosi scrupolosamente alle disposizioni di distanziamento sociale. Per il periodo in cui sarà obbligatorio rispettare le disposizioni di distanziamento sociale per i pubblici esercizi, stiamo studiando le seguenti seguenti alternative:
1) I pubblici esercizi che hanno ottenuto concessione temporanea o permanente di occupazione del suolo pubblico potranno effettuare un ampliamento della superficie occupata mediante idonea richiesta di incremento dello spazio precedentemente autorizzato anche su aree non immediatamente contigue all’esercizio, con esclusione del pagamento del Canone per quella maggiore porzione di area pubblica che sarà utilizzata per garantire il distanziamento sociale, come peraltro ipotizzato nelle bozze del DL governativo ed in attesa di prendere visione del documento definitivo. 
2) Ai pubblici esercizi che, per motivi di materiale indisponibilità di spazio, non potranno prevedere un incremento della superficie di occupazione o che non intendono usufruire dell’agevolazione dell’ampliamento della superficie verrà applicata una riduzione del canone di occupazione previsto per l’occupazione autorizzata. 
Per tale misura occorrerà modificare il Regolamento COSAP con apposita delibera di Consiglio Comunale».

Aiuti

«Per I Banchi di mercato e per tutte le attività commerciali, continua il Sindaco Giacinti, per le quali è stata disposta la sospensione dell’attività in attuazione dei DPCM adottati in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, secondo la nostra pianificazione, non verrà applicato il Canone per tutto il periodo di sospensione dell’attività come previsto dal Regolamento comunale». Aggiunge l'Assessore al Bilancio Federico Rampazzo: «Abbiamo da subito, sin dall'inizio dell'emergenza Covid-19, voluto intervenire con urgenza per tutelare i nostri Cittadini con provvedimenti di posticipo delle scadenze delle imposte comunali. Per le utenze domestiche e non domestiche è stato già disposto con deliberazione di C.C. n. 9 del 31/03/2020 il differimento dei termini di pagamento della prima rata Tari al 31 luglio della seconda al 30 settembre e della terza al 16 dicembre. Per le utenze non domestiche, maggiormente colpite dalla crisi, l’Amministrazione Comunale, in applicazione delle disposizioni di Arera, attivera’  forme di agevolazioni per le attività commerciali ed artigianali che sono state destinatarie delle restrizioni ed alle quali è stata imposta la chiusura per decreto. Con riferimento alla COSAP ed alla imposta sulla pubblicità la scadenza del 30 aprile è stata rinviata al 30 giugno; mentre per l'IMU (attività produttive, cat. D e dei fabbricati di persone danneggiate dall'emergenza sanitaria) il pagamento della prima rata della parte comunale slitta al 30 settembre, mentre resta invariato il saldo del 12 dicembre, il tutto in attesa di prendere visione del DL governativo atteso a giorni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Lutto in questura a Padova: si è spento all'età di 36 anni l'agente delle volanti Michele Lattanzi

  • Coronavirus, Zaia: «Scommettiamo che prima di aprile il virus non se ne andrà?»

  • Violenza in Prato della Valle contro gli agenti di polizia: 4 operatori feriti, 5 arresti

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento