Politica

Alta velocità, l'onorevole Caon: «Ora pensiamo alla tratta Padova - Bologna»

«Quella della Tav Padova — Bologna — afferma sempre Caon — è una proposta che sta riscuotendo un largo consenso», ha sottolineato Roberto Caon, deputato di Forza Italia

«I dieci miliardi per l’Alta Velocità Brescia — Padova rappresentano una buona notizia, attesa da tempo. Personalmente, aspettavo questa  dal 30 luglio 2020, da quando cioè, con un’interrogazione, ho portato all’attenzione del parlamento, delle associazioni di categoria e dell’opinione pubblica riguardo il problema del mancato finanziamento della tratta tra Vicenza e Padova, allora ferma alla fase di progettazione esecutiva». Lo afferma Roberto Caon, deputato di Forza Italia, dopo la notizia dei fondi previsti nel Pnrr per l’infrastruttura.  «Adesso— aggiunge Caon — la vera sfida è completarla per le olimpiadi invernali Milano-Cortina del 2026, in modo che si possa aiutare davvero la ripresa, anche quella del comparto turistico, nei prossimi anni».

Padova Bologna

Per l’onorevole di Forza Italia, il risultato «è il frutto di un lungo lavoro di pressione in sede parlamentare, portato avanti per molti mesi e con una lunga serie di proposte. Tra queste anche quelle relative all’alta velocità Padova—Bologna, che con la Brescia — Padova  e, successivamente, con la Padova — Venezia — Trieste, sarà parte integrante del sistema ferroviario del Nord Est». E proprio questo finanziamento annunciato rende ora più vicina la realizzazione della tratta veneto — emiliana. «Quella della Tav Padova — Bologna — afferma sempre Caon — è una proposta che riscuotendo un largo consenso. Un ordine del giorno che chiede di realizzarla è stato votato in alcuni consigli provinciali e comunali, per un bacino che, limitatamente ai comuni, supera già 1,4 milioni di cittadini.  C’è il pieno appoggio inoltre, delle Camere di commercio del Veneto e di molte associazioni di categoria, oltre che delle realtà pubbliche e private che operano nel settore dei trasporti e della logistica».

Monselice

Sull’infrastruttura Caon ha le idee chiare: «Dovrà avere una linea dedicata e transitare per Monselice — conclude — Ogni altra soluzione è controproducente. Un’alta velocità “zoppa” sulla linea esistente non porterà benefici per pendolari e treni merci. Quanto alle alternative progettuali, solo il passaggio per Padova potrà assicurare un servizio all’altezza al resto del Nord Est, Friuli Venezia Giulia incluso, accompagnandosi in modo efficiente al collegamento via Brennero che transita per il nodo di Verona».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alta velocità, l'onorevole Caon: «Ora pensiamo alla tratta Padova - Bologna»

PadovaOggi è in caricamento