rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Controversie tributarie, Antonio Bressa: "pari opportunità ai contribuenti padovani"

L'assessore: "da oggi anche chi ha ricorso in giudizio avrà gli stessi diritti degli altri contribuenti accedendo alla definizione agevolata entro il 30 settembre".

Antonio Bressa, assessore ai tributi interviene sulla delibera di giunta: “abbiamo approvato un provvedimento importante relativo alla definizione agevolata delle controversie tributarie riguardanti il Comune di Padova.

STESSO PIANO. "Non sappiamo ancora quali somme potranno essere recuperate da questa operazione, che ruota intorno a un ammontare di più di 500.000€ tra imposte dovute e sanzioni che sono oggetto di giudizi pendenti relativi a contribuenti del comune di Padova, ma la cosa importante è il principio che è stato sancito. Abbiamo infatti messo sullo stesso piano di parità tutti i cittadini e le imprese che sono stati oggetto di attività di accertamento fiscale, a prescindere dal fatto che abbiano deciso di ricorrere in giudizio o meno."

UGUALI DIRITTI. "I contribuenti padovani hanno avuto infatti la possibilità di rottamare le cartelle di equitalia ed anche le ingiunzioni fiscali legate alla tassa sui rifiuti. Da questa possibilità erano però esclusi i contribuenti che quelle cartelle avevano deciso di impugnarle e ricorrere in giudizio. Da oggi non è più così, ed anche loro potranno avere gli stessi diritti degli altri contribuenti accedendo alla definizione agevolata entro il 30 settembre.  Al tempo stesso il Comune potrà alleggerire il numero di contenziosi tributari liberando tempo ed energia ai propri uffici e recuperando subito le somme dovute dai contribuenti incamerando così risorse utili per la collettività. E’ questa la linea sui tributi dell’Amministrazione Giordani: lavoriamo per un fisco più semplice e  a misura di cittadino senza fare sconti nell’attività di contrasto all’evasione fiscale".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controversie tributarie, Antonio Bressa: "pari opportunità ai contribuenti padovani"

PadovaOggi è in caricamento