rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Arena della musica, l'annuncio di Giordani: «Ecco il progetto»

Terzo progetto presentato dal Comune di Padova nell’ambito del bando nazionale “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare”. Piatto forte, oltre alla ristrutturazione di una serie di alloggi Erp e Ater, la proposta per un'arena per la musica. In novanta giorni si saprà se per questo progetto come per gli altri precedentemente presentati ci sarà il benestare del Ministero

E’ stato presentato nella sala del Consiglio Comunale da parte del sindaco Sergio Giordani, dall’assessora al sociale Marta Nalin, dall’assessore alla cultura Andrea Colasio e dal presidente della Fiera Santocono il Terzo progetto del Comune di Padova nell’ambito del bando nazionale “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare”. 

Il piatto forte è la proposta di un’arena della musica, un’idea di cui si parla da anni e che potrebbe concretizzarsi in tempi ragionevolmente brevi se dovesse arrivare nei prossimi novanta giorni il via libera del ministero. Un progetto questo dell’Arena della musica da 19 milioni e 500mila euro: di questi 7,5 di milioni rappresentano un investimento pubblico e 12 milioni sono stanziati da parte del promoter Zed. L’area scelta è quella del Padiglione 7. Sulla Fiera, che come tutti i presenti hanno ricordato, c’erano grosse incognite e altrettante polemiche, si stanno investendo, in questi ultimi due anni, 27 milioni per il centro congressi, 19 milioni per il polo dell’università e 7 milioni per Smact Competence Center. In pratica la Fiera come siamo stati abituati a vederla cambia faccia completamente. 

Il Presidente Santocono ha sottolineato più volte quanto fosse indispensabile un cambio di rotta nella gestione del polo fieristico che non può più sostenere un comparto che sta cambiando pelle a ogni latitudine. 

Oltre all'arena della musica persentati i progetti che prevedono la demolizione e ricostruzione di parte degli alloggi ERP di proprietà comunale attualmente presenti in via Telesio. La demolizione e ricostruzione è occasione per incrementare il numero di alloggi, per un totale di 22 unità, e di creare nuova offerta da destinare alla sperimentazione di un modello misto, ERS più ERP, tutto di proprietà comunale. Prevista anche la ristrutturazione dei fabbricati di via Pizzamano che fanno parte di un complesso di ERP di proprietà del Comune di Padova. Prefigurando una miglioria delle condizioni abitative degli abitanti, si propone l’intervento su due degli edifici del complesso. Le lavorazioni ricomprendono una pluralità di interventi manutentivi di natura straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arena della musica, l'annuncio di Giordani: «Ecco il progetto»

PadovaOggi è in caricamento