menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La faccia del Duce sulla scrivania dell'assessora: scatta la polemica

Il calendario, con l'immagine di Benito Mussolini e la scritta "le radici profonde non gelano mai", è esposto nell'ufficio di Marina Buffoni a palazzo Moroni a Padova. Sarebbe il regalo di un ex combattente

Un calendario con la faccia di Benito Mussolini e la scritta, sua celebra citazione, "Le radici profonde non gelano mai". È l'ultima polemica attorno a palazzo Moroni a Padova: nel mirino, l'assessore alla Trasparenza, Marina Buffoni, esponente di Fratelli d'Italia, che, come riportano i quotidiani locali, avrebbe ornato la scrivania del proprio ufficio proprio con l'effige del Duce.

LA FOTO DEL DUCE. Non è la prima volta che il nome di Mussolini suscita scalpore e indignazione nel Padovano. Già qualche tempo fa aveva fatto discutere la proposta dell'assessore di Monselice, Andrea Tasinato, di intitolare alla figura del duce la nuova piazza della cittadina. Una vicenda dalla quale l'assessora padovana si dissocerebbe, chiarendo come quel mini-poster sulla sua scrivania non sia che un regalo, ricevuto qualche giorno prima da un ex combattente, arrivato a palazzo Moroni con Assunta Almirante, nel giorno in cui ricorreva il centenario dalla nascita di Giorgio Almirante. "Non sono questi i problemi dei padovani", avrebbe detto la Buffoni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento