menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ater riqualifica le palazzine del quartiere Palestro e per farlo sposta gli inquilini in residenze provvisorie

Zaramella, ATER: «Ci tengo a rassicurare tutti gli assegnatari che i disagi dovuti alla mobilità saranno limitati al minimo. Pur comprendendo le preoccupazioni degli inquilini, tengo a sottolineare come questa sia un’occasione storica per potergli dare, una volta finiti i lavori, case moderne e funzionali»

Sono dieci i fabbricati di proprietà dell’ATER, situati nell’area delimitata dalle vie Palestro, Magenta, Toselli e Varese che saranno oggetto di una consistente riqualificazione edilizia ed ambientale per un importo di 7 milioni di euro, dei quali 5 milioni e 200 mila euro finanziati dallo Stato. Un intervento su larga scala sulle palazzine costruite negli anni 20 del 900 che permetterà di migliorare la qualità della vita degli inquilini e dare una svolta sul fronte del risparmio energetico. «Il miglioramento della qualità dell’abitare dei nostri inquilini è di primaria importanza - dichiara il Presidente ATER Gianluca Zaramella - con l’efficientamento energetico inoltre si determineranno sensibili risparmi nelle bollette domestiche. Ci tengo a rassicurare tutti gli assegnatari che i disagi dovuti alla mobilità saranno limitati al minimo. Pur comprendendo le preoccupazioni degli inquilini, tengo a sottolineare come questa sia un’occasione storica per potergli dare, una volta finiti i lavori, case moderne e funzionali».

Ristrutturazione

Al fine di realizzare i lavori di recupero nei 63 alloggi, 44 stabilmente occupati, sarà necessario trasferire gli inquilini: «A tutti i nuclei familiari - fanno sapere dall'ente - verrà garantita un’adeguata sistemazione nel territorio comunale. L’Azienda ha già inviato le prime comunicazioni agli interessati per concordare una soluzione abitativa temporanea, il più possibile adeguata alle esigenze degli inquilini. A conclusione dei lavori sarà data loro la possibilità di poter rientrare nell’appartamento ristrutturato oppure, qualora lo volessero, di rimanere in quello dato durante i lavori. Le spese di trasloco saranno completamente a carico dell’ATER».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento