menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auditorium, "300mila € per nulla" Segnalazione a Corte dei Conti

L'assessore di Padova Boron riferisce che la giunta denuncerà le "operazioni spendaccione" della precedente amministrazione Zanonato-Rossi per un'opera che ora dovrebbe trovare posto in fiera

L'auditorium, grande incompiuta della precedente amministrazione Zanonato-Rossi, finirà al vaglio della Corte dei Conti. L'assessore all'Edilizia comunale di Padova Fabrizio Boron annuncia che l'opera, mai realizzata, per la quale però si sarebbero comunque già spesi 300mila euro, tra progetti, processi e rilievi, finirà al vaglio come "operazione spendacciona".

SOLDI SPRECATI. "Peccato che, a distanza di quasi 10 anni, di quel bellissimo progetto non se ne è fatto nulla", dichiara l'assessore che ripercorre così le tappe dell'ambiziosa opera rimasta su carta. "Il tutto inizia a maggio del 2006 - rievoca Boron - quando la giunta Zanonato indice un concorso internazionale per la progettazione dell’'Auditorium. Vince il concorso l’architetto Alberto Cecchetto, ma il secondo classificato, architetto Klaus Kada, fa ricorso. E qui iniziano i primi sprechi: il Comune paga due avvocati esterni per resistere in giudizio, costo euro 18.360. Peccato che la causa sia persa e che i padovani siano costretti a pagare all’'architetto Kada 100mila euro, quale premio previsto dal bando. A questo punto iniziano le attività propedeutiche alle indagini idrogeologiche per la realizzazione dell’auditorium: prima fase euro 145.096,44 (gennaio 2011) ai quali si aggiungono 2.400 euro per rilievi topografici (febbraio 2011), 18.342 euro per indagini ambientali (settembre 2011), poi ancora 10.527 euro per altre indagini (dicembre 2011) ed infine altri 2.359,50 per completare sempre le indagini ed avere un quadro completo della situazione idrogeologica (marzo 2012). Fino a qui sono spesi euro 297.084,94".

AUDITORIUM IN FIERA. L'assessore poi ricorda il cambio di rotta deciso a luglio 2013 dal sindaco reggente Ivo Rossi, che aveva sostituito nell'ultimo anno di mandato Zanonato, eletto ministro nel governo Letta: l'addio al progetto dell'architetto Klaus Kada, per far posto invece a una sala da mille posti all'interno di palazzo Foscarini, in piazza Eremitani. Opera anche questa mai realizzata. "L'auditorium lo realizzeremo noi, in fiera, con il centro congressi -  conclude l'assessore - senza sprechi di tempo e di soldi dei padovani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento