menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Padova

L'ospedale di Padova

Ospedale, Federcontribuenti: “Parentopoli cancro della società”

In seguito alla notizia secondo cui all'Azienda ospedaliera di Padova sarebbe stata assunta a tempo indeterminato la moglie del politico Padrin, la Federazione indignata attacca il sistema del favoritismo tra parenti defindendolo un "cancro" che ha rovinato l'Italia

Scoppia la polemica in seguito all’assunzione a tempo indeterminato di Cristina Rauli, moglie del presidente commissione sanità in Regione, Leo Padrin, all’Azienda ospedaliera di Padova.

INDIGNAZIONE. E’ Federcontribuenti Veneto, con il segretario Carlo Covino, a farsi maggiormente sentire: “Apprendiamo con indignazione ma con scarsa sorpresa le notizie degli ultimi giorni sulle assunzioni ad hoc, per giunta a tempo indeterminato”. Nulla di irregolare, ma a quanto pare una decisione “inopportuna”, ultima di una lunga serie in Italia.

CRISI. Covino pone poi l’accento sulla crisi economica attuale: “Alla faccia di chi cerca un posto di lavoro o di chi lavora in condizioni di precariato”. E ironizza sugli slogan politici soprattutto di personalità di spicco del Pdl o della Lega, come Luca Zaia, recidivi in questi casi: “Altro che “Prima i veneti”, “Prima i famigli" suona meglio” ha detto il segretario.


"CANCRO SOCIETA'". Insomma, quello dei “favori tra parenti” sarebbe secondo Federcontribuenti un vero e proprio cancro della società: da combattere, per dirla con ironia “attuale” attraverso la “liberalizzazione della casta dei raccomandati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento