Bitonci: "Basta accampamenti abusivi, Zanonato liberi via Bassette"

Questo il commento del segretario della Lega padovana Massimo Bitonci, in seguito al blitz della polizia municipale che, nei giorni scorsi, ha elevato alcune sanzioni nei confronti degli occupanti abusivi dell’area

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

“Sono passati tre anni da quando il deputato del Pd Alessandro Naccarato ha organizzato una raccolta di firme per liberare l’area di via Bassette, occupata abusivamente da un gruppo di Rom. Peccato che Zanonato, per cui i Rom non sono un peso, ma una risorsa da valorizzare per la nostra società, si sia messo di traverso. E infatti, come possono constatare gli abitanti della zona, i camper e le baracche sono ancora là”.

Questo il commento del segretario della Lega padovana Massimo Bitonci, in seguito al blitz della polizia municipale che, nei giorni scorsi, ha elevato alcune sanzioni nei confronti degli occupanti abusivi dell’area di via Bassette. Occupanti che, salvo nei festivi, quando le visite di parenti e amici ne rimpolpano le fila, vivrebbero stipati in tre roulottes, due camper e alcune ‘case mobili’: “Ora il settore Edilizia privata del Comune avvii le pratiche per sanare gli abusi: oltre ai gravi disagi che gli ospiti creano ai cittadini di Mortise, che, come tutti gli altri padovani, pagano le bollette di acqua, luce e gas, nonché l’IMU, in quei camper e in quelle baracche maleodoranti sono costretti a vivere, d’estate e d’inverno, quasi trenta minori”.

Quanto alla vecchia querelle fra il sindaco e il deputato del Pd, mai risolta del tutto, Bitonci si chiede: “Come mai il segretario nazionale della Liga Veneta, sindaco Flavio Tosi, è stato condannato per odio razziale, solo per aver predisposto una sacrosanta raccolta firme contro un insediamento di Rom, mentre Naccarato ha dovuto subire solo la tirata d’orecchi di Zanonato? In Italia, come sempre, si applicano due pesi e due misure”.

“Basta buonismi – conclude Bitonci –  Zanonato ripulisca l’area e dia respiro agli abitanti del quartiere, già provati da un crescente aumento della microcriminalità e dei furti nelle abitazioni. A Mortise c’è addirittura chi ne ha subiti 3 in un anno”.  
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento