rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Politica

Bitonci: «Sulla Flat Tax, la Cisl dice solo banalità. Porta grandi benefici»

Il leghista capogruppo in commissione Bilancio alla Camera e già sottosegretario al Mef si scaglia contro le previsioni fatte dal sindacato sull'impatto che avrebbe sulla popolazione

«Quello della Cisl Veneto sugli impatti della Flat tax sui lavoratori è uno psedo studio. Premesso che la materia fiscale non può essere banalizzata in questo modo, la Flat tax al 5% e 15% (regime forfettario) esiste già per 1,9 milioni di partite Iva in tutta Italia, un regime che ho fortemente voluto e ideato da sottosegretario all’Economia nel 2018, con evidenti effetti positivi per la massima semplificazione nella tenuta della contabilità ed adempimenti, per la certezza dell’imposizione e per le startup giovanili che per 5 anni pagano solo il 5% sul fatturato fino a 65mila euro». A contestare i dati pubblicati dalla Cisl è Massimo Bitonci, capogruppo in commissione Bilancio alla Camera e già sottosegretario al Mef.

Gli effetti

«Gli effetti positivi di questa misure sono certi anche sull’emersione di soggetti che prima evadevano le imposte - prosegue Bitonci - .Il progetto della Lega di riforma fiscale, con numerose proposte di legge presentate dal sottoscritto, prevede una No Tax Area o soglia di esenziono fino a 11mila euro per tutti i lavoratori dipendenti e pensionati, facile capire come l’elaborazione della Cisl non  tenga conto di questo elemento essenziale. Per milioni di soggetti non sarà più necessario versare l’Irpef e presentare la dichiarazione dei redditi. Da quella soglia partirebbe l’applicazione dell’imposta Flat al 15% fino a 50mila euro di reddito dichiarato, sopra quest’ultima soglia tornerebbe l’applicazione dell’Irpef progressiva a scaglioni sull’’eccedenza. Incredibile, inoltre, come chi faziosamente pubblica questa elementare elaborazione non tenga conto delle detrazioni e deduzioni che saranno ulteriormente stabilite. Mi pare estremamente chiaro che i lavoratori dipendenti potranno usufruire di un taglio delle tasse, il vero cuneo fiscale, che non deve essere confuso come leggo e sento da sempre, con il cuneo contributivo che si attendono da tempo le aziende. Sono pronto ad un immediato confronto con i tecnici della Cisl, che spero siano dottori commercialisti o fiscalisti come il sottoscritto».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitonci: «Sulla Flat Tax, la Cisl dice solo banalità. Porta grandi benefici»

PadovaOggi è in caricamento