Blocchi del traffico: i comuni di Cadoneghe, Limena, Selvazzano e Maserà dicono "No"

«Come già lo scorso anno – spiega il sindaco di Cadoneghe Marco Schiesaro – non applicheremo nel nostro comune alcun blocco delle auto: provvedimento inutile per la riduzione dell'inquinamento»

I comuni di Cadoneghe, Limena, Selvazzano e Maserà hanno dichiarato la loro contrarietà ai blocchi del traffico come misura di contrasto all'inquinamento alla riunione del Tavolo tecnico zonale dell'agglomerato di Padova, convocata dalla Provincia.

No

«Come già lo scorso anno – spiega il sindaco di Cadoneghe Marco Schiesaro, presente alla riunione insieme all'assessore all'ambiente Elisa Bettin – non applicheremo nel nostro comune alcun blocco delle auto: è un provvedimento inutile ai fini della riduzione dell'inquinamento, che colpisce esclusivamente le persone più povere e anziane. Quanto avvenuto in questo durissimo 2020 non ha fatto che confermare la verità di quanto affermavamo lo scorso ottobre. Durante il periodo del lockdown, il più grande blocco delle auto mai attuato in tutta la storia, nessun beneficio è stato registrato riguardo i livelli di pm10: i dati di Arpav per il primo trimestre 2020 sono i peggiori da 6 anni». 

Traffico

«Questo perché l'88% delle fonti di produzione di pm10, come confermatoci dai tecnici di Arpav, non ha nulla a che vedere con il traffico veicolare, che pesa solo per il 12%, mentre il 69% del pm10 prodotte è prodotto dagli impianti di riscaldamento e dalle stufe dei privati cittadini. I blocchi del traffico, peraltro, andrebbero ad incidere solo per una minima parte su questo 12%: a Cadoneghe, nei giorni di allerta arancione, resterebbero fermi - precisa il Sindaco - solo il 6,7% dei veicoli immatricolati nel comune (736 su 10.914). Noi non faremo pagare a 700 persone su 11mila il conto dell'inquinamento, senza peraltro ridurre  il fenomeno se non in modo infinitesimale. Si tratta di coloro che non hanno i soldi per cambiare auto, quindi una fascia particolarmente fragile, già messa pesantemente alla prova dagli avvenimenti di quest'anno: spesso sono anche persone anziane, con problemi di mobilità, che abitano in zone isolate non servite dai mezzi pubblici».

Ambientalismo

«Quella dei blocchi del traffico - conclude Schiesaro - è una gigantesca ipocrisia, e sono contento di vedere un crescente numero di amministratori locali rifiutare questa idea inefficiente e novecentesca. Serve un nuovo e vero ambientalismo non fatto di slogan ma di provvedimenti concreti, come quelli che stiamo attuando nel nostro comune, con la creazione di nuovi boschi urbani e veri incentivi alla mobilità elettrica».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento