Blocco studentesco: "Mercatino del libro scolastico usato, notevole l'affluenza di pubblico"

L'iniziativa è stata promossa dal movimento giovanile di Casapound italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Si è conclusa la quarta edizione del "Mercatino del libro usato", promosso da Blocco Studentesco, movimento giovanile di CasaPound Italia, in collaborazione con AFI Padova, presso la sede dell'associazione "Il Bivacco", in via Beato Pellegrino 51.

"Sull'onda del successo delle prime tre edizioni, anche quest'anno abbiamo deciso di dar vita ad uno spazio in cui gli studenti degli istituti padovani hanno potuto vendere i propri libri e acquistare i testi per il nuovo anno al 50% sul prezzo di copertina. Con un affluenza di più di cento studenti, per un totale di circa mille libri trattati, anche in questa edizione siamo riusciti a fornire una risposta concreta a quella che è ormai divenuta una vera e propria emergenza per migliaia di famiglie italiane, ossia il consueto caro libri di inizio anno scolastico" afferma in una nota Blocco Studentesco Padova, che prosegue: "Da anni il nostro movimento è impegnato in tutta Italia contro la speculazione delle case editrici, che ogni anno impongono nuove versioni dei testi scolastici, apportando modifiche spesso irrilevanti allo scopo di impedire il mercato del libro usato. In un periodo come questo, poi, in cui molte famiglie sono già provate dall'attuale crisi economica una simile situazione rischia di diventare insostenibile. Anche quest'anno, quindi, a Padova, come in molte altre città d'Italia, il Blocco Studentesco ha deciso di promuovere iniziative di interscambio dei libri usati e di proseguire la battaglia per il "Libro di testo unico", ossia la proposta di adozione di un libro unico per ogni materia a livello regionale, in base ai vari indirizzi di studio, scelto da commissioni elette dagli studenti e venduto a prezzo di costo materiale."

Torna su
PadovaOggi è in caricamento