Borgo dei Santi, nasce l'associazione di ristoratori, commercianti e artigiani: «Rivitalizziamo una delle zone più belle del centro»

L'associazione è aperta a esercenti, commercianti, artigiani e tutti coloro che operano tra via San Fermo, via Dante, Via Savonarola e Corso Milano. L’obiettivo è quello di unire sotto un unico brand tutte le attività

Ha già un logo e oggi ha tenuto la sua prima riunione. E’ l’Associazione Borgo dei Santi. L’idea è di Federico Chicco Contin, che ha dato appuntamento presso l’Osteria San Leonardo a ristoratori, esercenti, commercianti, artigiani e tutti coloro che operano e tra via San Fermo, via Dante, Via Savonarola e Corso Milano. L’obiettivo è quello di unire sotto un unico brand tutte le attività.

Borgo dei Santi

Spiega Contin: «L’idea è quella di formare un percorso comune, metterci insieme per valorizzare una delle zone più belle della città. La risposta è stata decisamente sopra le aspettative, eravamo molti di più mi potessi aspettare. Segno che è interesse di tutti che le cose vadano in una certa direzione. Portare persone nel borgo, farlo conoscere anche a chi arriva da fuori, con tutti i suoi tesori architettonici è una opportunità che bisogna sapere cogliere». Su cosa vi siete d’accordo tanto da dar vita a questa associazione: «Davvero su tutto, devo dire. Innanzi tutto non si vuole incentivare solo la ristorazione ma anche il commercio, quindi anche gli artigiani che sono presenti in quest’area. L’obiettivo è rivitalizzare tutta la zona che invece appare un po’ abbandonata a se stessa. Hanno aderito in tantissimi». Che idee avete? «Manifestazioni che coinvolgono tutte le vie e quindi tutti gli esercizi, dove si incontrano arte, storia e gusto. Ma non pensate allo street food perché non è quel tipo di situazione che interessa». 

Bollino blu

Sono settimane che vi parlate, non è certo la prima volta che vi incontrate anche se forse nella giornata del 14 maggio si è sancito qualcosa di più che un semplice condividere intenzioni: «Sappiamo che lavorare in gruppo aiuta ad essere rappresentativi e rappresentati. Questo serve per portare iniziative qui, per creare degli eventi speciali per valorizzare il Borgo dei Santi. Tutti si sono dimostrati favorevoli al fatto che offrire un certo tipo di servizi è oggi indispensabile: dal conoscere almeno una lingua straniera al rispetto per l’ambiente. Per questo si è pensato anche a fare dei corsi di aggiornamento per essere sempre più preparati ad accogliere le persone. Anche per questo abbiamo pensato di dotarci di uno speciale “bollino blu” che certifica non solo l’appartenenza all’associazione ma anche un grado di professionalità alto. Ma vuole anche dire che dentro quell’esercizio si usano solo prodotti biodegradabili anche solo per pulire».

Social e recensioni

Qual’è un argomento che è emerso essere critico per tutti? «Ci faremo di certo seguire da un ufficio legale a tutela di tutti gli associati che magari non hanno dimestichezza in materia di nuove tecnologie e social network ma tutti sanno che trip advisor, con le recensioni lasciate liberamente dalle persone, determinano molto. Non c’è tutela in questo senso, ognuno può scrivere quello che vuole e non sempre lo fa senza una finalità ben precisa. Preoccupa molti questa situazione».

Ambiente

Anche sull’ambiente tutti d’accordo? «Certo che sì, ormai se ne rendono conto tutti che bisogna cambiare comportamenti e abitudini. Nessuno dubita di questo. Poi chiudere il quartiere al traffico per alcuni giorni all’anno per agevolare manifestazioni per le strade magari non incide su clima e inquinamento ma fa vivere la città in un modo completamente diverso e aiuta ad abituarsi a usare mezzi alternativi all’auto privata. Non usare plastica e prodotti derivati dal petrolio, ridurre imballaggi in eccesso è un concetto che ormai è difficile trovare qualcuno che non lo condivida».

borgo dei santi logo-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento