Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

BusItalia impone il divieto di fumo in compresenza

«Non hanno fatto nulla quando abbiamo richiesto che i bus non fossero stracolmi o quando abbiamo richiesto di trovare un sistema per garantire il distanziamento tra gli utenti dagli autisti e poi si preoccupano di queste cose qui»

Una comunicazione che arriva direttamente dal gruppo Ferrovie dello Stato e che ha già destato malumori tra i dipendenti di BusItalia. In pratica, nella comunicazione, si impone il divieto di fumo "in copresenza anche nelle aree interne all’aperto, usualmente adibite ai fumatori, nonche? in prossimita? dei punti di accesso per pedoni, ossia all’ingresso o all’uscita dei locali aziendali". In sostanza si punta il dito sul fatto che fumando si abbassano le mascherine, a maggior ragione se assembrati.

Fumo

«In coerenza quindi con il divieto di assembramento, a ciascun fumatore - recita la circolare - e? fatto obbligo sotto la propria diretta personale responsabilita?, nel momento in cui si trova in luogo ove possibile fumare, di mantenere scrupolosamente una distanza non inferiore a due metri con le altre persone ivi presenti. In caso di inosservanza di tale divieto, l’Azienda provvedera? ad attivare nei confronti di ciascun trasgressore, l’iter disciplinare».

Sindacati

«Non hanno fatto nulla quando abbiamo richiesto che i bus non fossero stracolmi o quando abbiamo richiesto di trovare un sistema per garantire il distanziamento tra gli utenti dagli autisti e poi si preoccupano di queste cose qui», ha dichiarato Stefano Pieretti di Adl Cobas. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BusItalia impone il divieto di fumo in compresenza

PadovaOggi è in caricamento