Camposampiero al fianco delle persone in difficoltà

Il Comune, grazie all'impegno dell'assessore ai servizi sociali, Rosella Guin, ha avviato progetti per l’impiego di persone non occupate in lavori socialmente utili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Il Comune di Camposampiero grazie all'impegno dell'assessore ai servizi sociali, Rosella Guin, ha avviati progetti per l'impiego di persone non occupate in lavori socialmente utili. Contestualmente sono iniziati i corsi sulla sicurezza, per poter poi lavorare nel mantenimento dei luoghi pubblici, attraverso dei voucher. Sono state inoltre avviate collaborazioni con ETRA per la distribuzione dei calendari e altri progetti per il coinvolgimento di chi non ha lavoro.

Il principio imprescindibile è affiancare all'aiuto economico, la riqualificazione e la valorizzazione del lavoratore, sempre nel rispetto della dignità della persona. In tal senso la rete di collaborazioni e la comunità saranno fondamentali.

Continua anche la distribuzione di frutta e verdura una volta alla settimana, mentre, grazie al Centro Servizi "Bonora", al Consorzio "La Rete Alta Padovana", la cooperativa "Cucina&Sapori", alla Caritas e alla Comunità Francescana, è iniziata, il 6 ottobre, l'erogazione di pasti solidali ad alcune famiglie individuate assieme dalla Cartitas e dai Servizi Sociali comunali. Infine, con l'inizio dell'anno scolastico, è ripartito anche il progetto "compiti assieme", dedicato agli alunni dalla terza elementare alla prima media, anche come strumento di integrazione tra i molti figli di immigrati e i bambini italiani.
 

Il Comune conta di poter estendere il progetto nei prossimi mesi all'intero ciclo delle scuole primarie e secondarie di primo grado. La scuola è, infatti, il centro nevralgico su cui costruire il paese di domani.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento