rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

Caos BusItalia, Giordani e Bui si schierano con autisti e lavoratori

Il Sindaco: «Tutti i dipendenti, a partire dagli autisti di autobus e tram, rappresentano il patrimonio più importante di Busitalia. Servono salari dignitosi, condizioni di lavoro in sicurezza e qualità di vita soddisfacenti»

Il Sindaco Giordani striglia i vertici di BusItalia e chiede che al più presto si trovi una soluzione visti i problemi che si stanno avendo nel trasporto pubblico, con corse che saltano e lavoratori sempre più sotto pressione: «Quello riguardante la modestia delle retribuzioni degli autisti di autobus e tram è un problema che non può più essere sottovalutato. Anche perché, ormai da tre mesi, tale problema si sta ripercuotendo sulla regolarità e sull’efficienza di un servizio essenziale qual è quello del trasporto pubblico. E in questo senso incontreremo l’amministratore delegato dell’azienda, Antonio Barbarino, con l’obiettivo di risolvere la questione una volta per tutte».

BusItalia

Il sindaco di Padova, Sergio Giordani, e il presidente della Provincia, Fabio Bui, alzano la voce nei confronti dei vertici di Busitalia Veneto, controllata all’80% dalle Ferrovie dello Stato e al 20% da Palazzo Moroni e fanno proprie le lamentele dei sindacati che nei giorni scorsi, alla luce delle dimissioni di una ventina di conducenti, ma se ne potrebbero aggiugnere altri: «A fronte di un servizio di 10/10 ore e mezza e a uno stipendio di appena 1.100 euro al mese - hanno denunciato Sandro Lollo della Cisl e Stefano Pieretti dell’Adl Cobas - molti autisti preferiscono giustamente licenziarsi e andare a lavorare da un’altra parte, magari in cassa al supermercato piuttosto che nel comparto della logistica, dove guadagnano di più ed hanno meno responsabilità». 

Giordani - Bui

Il sindaco Giordani ha così commentato: «Tutti i dipendenti, a partire dagli autisti di autobus e tram, rappresentano il patrimonio più importante di Busitalia. E quindi, vanno loro garantiti salari dignitosi, condizioni di lavoro in sicurezza e qualità di vita soddisfacenti. Insomma, mi auguro che questa situazione, che si trascina ormai da troppo, si definisca quanto prima, senza ovviamente prescindere dall’indispensabile dialogo tra l’azienda e i sindacati». Dello stesso avviso il Presidente della Provincia: «Da mesi vado ripetendo che all’interno di Busitalia, al di là dell’emergenza Covid, il problema maggiore è quello salariale. Un problema - evidenzia Bui - che se non verrà affrontato e risolto a brevissimo, comporterà la fuoriuscita di altre decine di autisti e un ulteriore peggioramento del servizio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos BusItalia, Giordani e Bui si schierano con autisti e lavoratori

PadovaOggi è in caricamento