Politica

Giordani incassa il sostegno di Fratelli d'Italia per Padova città europea dello sport 2023

Il consigliere regionale Enoch Soranzo porta una mozione in aula, appoggiando la candidatura proposta dalla giunta padovana e il progetto ideato da Diego Bonavina. Operazione snobbata per ora invece dai consiglieri locali

Il consigliere regionale di FdI, Enoch Soranzo

Fratelli d'Italia sostiene la candidatura di Padova come città europea dello sport 2023 promossa dall'amministrazione Girdani insieme all'Università. A presentare una mozione al consiglio regionale è stato Enoch Soranzo. “Ho promosso e depositato in Consiglio regionale del Veneto una mozione che impegnerà la Giunta Zaia a sostenere attivamente la candidatura di Padova a Capitale europea dello Sport 2023. Una candidatura che potrebbe rivelarsi alla portata di mano per una Città caratterizzata da una solida e profonda tradizione sportiva: Padova vanta infatti un lunghissimo elenco di grandi campioni e di successi, ed una rete organizzata e diffusa di impianti e di associazioni sportive che animano il territorio operando a beneficio della salute dei suoi cittadini”. L'idea della partecipazione è stata dell'assessore allo sport Diego Bonavina, poi portata avanti da tutta la giunta di Palazzo Moroni, che ora incassa il sostegno di Fratelli d'Italia. Almeno quello rappresentato in Regione, che non sempre viaggia insieme ai consiglieri che siedono nel parlamentino di Palazzo Moroni, che sul tema non si sono esposti.

Commissione sport

Così il Consigliere regionale padovano di Fratelli d’Italia e membro dell’ufficio di presidenza della Sesta Commissione consiliare permanente ‘sport, cultura, istruzione e università’ Enoch Soranzo, che ha depositato una sua mozione a sostegno della candidatura della Città di Padova a Capitale europea dello Sport 2023. La mozione è stata sottoscritta anche dai colleghi del Gruppo consiliare ‘Fratelli d’Italia - Giorgia Meloni’ Raffaele Speranzon, Daniele Polato, Tommaso Razzolini e Joe Formaggio, e verrà presto discussa dall’Aula di Palazzo Ferro-Fini. “La candidatura di Padova si inserisce in un contesto regionale di tutto rilievo: il Veneto svetta nelle classifiche nazionali sullo sport per numero di atleti (secondi solo alla Lombardia) e di società sportive (con l’8,5% delle realtà), ma anche di operatori impiegati (il 10,3% del totale italiano) e di popolazione attiva che pratica almeno un’attività sportiva, ovvero il 40,6% dei veneti a fronte di una media nazionale del 33,9%” spiega Soranzo, “ma la pandemia e le restrizioni adottate hanno messo a dura prova gli operatori di questo settore e modificato gli stili di vita degli italiani all’insegna di una maggiore sedentarietà, allontanando molti atleti dalla pratica sportiva”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giordani incassa il sostegno di Fratelli d'Italia per Padova città europea dello sport 2023

PadovaOggi è in caricamento