Martedì, 21 Settembre 2021
Politica Codevigo

«Minori stranieri irregolari, situazione insostenibile: le istituzioni ci aiutino»

«Chiedo al Ministero degli Interni di intervenire prima che la situazione diventi drammatica»

«La solidarietà è un valore che appartiene alla mia cultura e alla mia persona, da sempre. Ma a distanza di un mese dall’identificazione nel mio Comune dei minorenni stranieri clandestini non accompagnati, come Sindaco chiedo alle istituzioni di ogni grado e livello di aiutare il Comune di Codevigo. Ho scritto direttamente al Ministro dell’Interno per manifestarle la preoccupazione con la quale il nostro comune si sta apprestando ad affrontare i costi una situazione emergenziale della quale non ha alcuna responsabilità. Sarebbe potuto succedere ovunque e già in effetti succede, ma è successo a Codevigo, che fra l’altro per estensione territoriale e traffico stradale, con due importanti strade statali che lo attraversano, ha un territorio dove episodi analoghi potrebbero accadere ogni mese. Ho già numerosi doveri ed impegni presi coi miei cittadini ed il nostro ente non può sostenere i costi di un’accoglienza che imporrebbe al comune di rinunciare ad una programmazione già avviata. Chiedo al Ministero degli Interni di intervenire prima che la situazione diventi drammatica»: con queste parole il Sindaco di Codevigo, Francesco Vessio, interviene per commentare la paradossale situazione nella quale si è venuto a trovare dopo che lo scorso 7 luglio sono stati rintracciati 11 minori stranieri irregolari su un automezzo in sosta presso un’area di servizio.

Codevigo

Aggiunge il sindaco Vessio: «Nell’immediatezza, la gestione dell’emergenza è stata affrontata molto bene da tutte le autorità intervenute, Carabinieri e Prefettura in primis, ma adesso Codevigo deve far fronte a costi insostenibili. Siamo un piccolo Comune, ma durante l’estate le due arterie che lo attraversano, Statale Romea e Strada dei Pescatori, sono affollate da migliaia di veicoli. La tragedia che questi ragazzi stanno vivendo si sta trasformando ora in un dramma per il nostro ente. Ripeto, come primo cittadino ho già centinaia di obblighi e servizi da garantire ai miei cittadini: chiedo agli organi competenti, Ministro degli Interni in primis, di aiutare il nostro Comune e questi ragazzi. Non è un problema solo mio, è accaduto ed accade quasi quotidianamente in altri comuni. Chiedo solo aiuto. Per questo chiedo al Ministero di attivarsi quanto prima per aiutare la nostra comunità”- chiude il Sindaco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Minori stranieri irregolari, situazione insostenibile: le istituzioni ci aiutino»

PadovaOggi è in caricamento