rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Politica

Come cambia Padova Est: non solo il nuovo ospedale, spuntano pure i grattacieli

Il vice sindaco Lorenzoni, però, nega questa eventualità: "Non c'è ancora un progetto dell'ospedale e neppure un acquirente dell'area edificabile. Di che parliamo?"

Che la parte Est della città, nei prossimi anni si trasformerà completamente, non è certo una notizia. Ma che a fianco del nuovo ospedale possano sorgere dei grattacieli, questo un certo clamore lo provoca di certo. Se poi dalle delibere di giunta riguardanti modifiche e decisioni che coinvolgono quell'area "liberata" dopo il consiglio comunale di lunedì, spuntano disegni di progetti che richiamano alle "city" delle più grandi metropoli mondiali, diventa d'obbligo domandare. 

650.000 metri quadri

Ci rivolgiamo così al vice sindaco e gli chiediamo di spiegarci: "Adesso parte la fase progettuale dell'intera area, quella su cui università e regione proporranno il polo ospedaliero, l'area dei privati, che è quella dei disegni che tanto appassionano voi giornalisti e quella da rigenerare. 650.000 metri quadrati in tutto". E il consumo di suolo zero? "E' già consumato, è del 2009 quel progetto. E' tutta roba vecchissima. Alleghiamo quei disegni del progetto semplicemente perché era nella documentazione urbanistica vecchia. Ma so che ora ci ricamerete su, vogliamo scommettere?", dice rivolgendosi ai giornalisti. "E' importante invece dire che i terreni e l'area dove si trova un distaccamento delle Acciaierie Venete, entro la fine dell'anno vedrà abbandonare qualsiasi attività industriale. Quella zona sarà tutta riqualificata".

Contesto

Quando gli viene chiesto come vedrebbe degli edifici di questo tipo in quella zona, risponde così: "Come sarà fatto l'ospedale, mica lo sappiamo. E' quindi quasi impossibile rispondere a questa domanda perché non sappiamo in che contesto eventualmente ci sarebbero edifici di questo genere. Comunque ora parte la fase progettuale e vedremo. E' prematuro quindi fare qualsiasi discorso ora, su progetti che non ci sono. Abbiamo dato  alla Regione 512.000 metri quadrati, farà quello che deve fare. Nella parte dei privati è vero, potenzialmente si potrebbe in teoria già costruire. Ma prima però devono presentare un piano urbanistico. Loro hanno diritto di costruire ma devono concordare con noi la disposizione degli spazi. Chiaro che 180.000 metri cubi è una superficie importante. La proprietà è comunque ancora delle banche e dubito che chi acquisterà, realizzerà mai davvero quella cubatura. E ribadisco, quando si parlerà di progetti noi avremo voce in capitolo".

cosa 1-2


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come cambia Padova Est: non solo il nuovo ospedale, spuntano pure i grattacieli

PadovaOggi è in caricamento