“Padova non dimentica”: la cerimonia di commemorazione per Mazzola e Giralucci

Uccisi a colpi di pistola nel 1974 in via Zabarella dalle Brigate Rosse: posta una corona sul luogo del delitto

Breve (causa mancanza di discorsi istituzionali per le norme anti-Coronavirus) ma intensa: si è tenuta nel pomeriggio di mercoledì la cerimonia di commemorazione per il 46esimo anniversario della morte di Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci, prime vittime delle Brigate Rosse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La commemorazione

Una targa affissa al civico 24 di via Zabarella a Padova ricorda il luogo (ex sede del Movimento Sociale Italiano) in cui il militante Graziano Giralucci - trentenne rugbista e fondatore del Cus Padova - e Giuseppe Mazzola (sessantenne ex carabiniere in pensione che si occupava della contabilità) furono barbaramente uccisi sotto i colpi di pistola sparati da un commando composto da cinque brigatisti. Una celebrazione a cui hanno partecipato le alte cariche di carabinieri, polizia e guardia di finanza, il questore Isabella Fusiello e il sindaco Sergio Giordani: deposta ai piedi della targa una corona quale omaggio ai due uomini, mentre una tromba faceva risuonare le note del “Silenzio”. 

Mazzola Giralucci-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento