menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Padova, il commissario Michele Penta lascia l'incarico: "Motivi personali"

Il commissario prefettizio abbandona la provvisioria gestione di palazzo Moroni. Lo ha comunicato con una nota la Prefettura di Padova

Il prefetto Michele Penta lascia l'incarico di commissario prefettizio per la provvisoria gestione del Comune di Padova. Lo ha annunciato giovedì con una nota la Prefettura.

PENTA LASCIA. Penta, nominato con decreto dell 14 novembre scorso a seguito della caduta dell'amministrazione del sindaco Massimo Bitonci, ha comunicato al prefetto di Padova, Patrizia Impresa, "la propria indisponibilità a proseguire per motivi personali nell'espletamento dell'incarico conferitogli". "Il prefetto Penta lascerà il Comune di Padova nei tempi necessari all'effettuazione del formale passaggio di consegne, al fine di assicurare la continuità dell'azione amministrativa - conclude la nota - il commissario ha ringraziato il prefetto di Padova per la fiducia accordatagli con il conferimento dell'incarico".

ZAIA. "In mezzo a questa confusione, ci sono comunque dei punti fermi e alcune cose molto chiare: la prima è che se ne va un galantuomo dal commissariamento della città di Padova. Persona con la quale ho collaborato e che era disponibile a velocizzare pratiche e a risolvere problemi, una per tutte quella del nuovo ospedale di Padova. La seconda certezza è che al dottor Penta non è stato riconosciuto lo status di commissario straordinario e quindi non è stato messo nelle condizioni di firmare per l'ospedale di Padova", lo ha affermato il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia.

IL RETTORE. "Ringrazio il commissario Michele Penta per il lavoro svolto in questo intenso periodo passato in città - afferma il rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto - ho avuto modo di incontrarlo di persona potendo così apprezzare il suo impegno costruttivo nella gestione della città e delle sue esigenze, unito al suo stile impeccabile e garbato. Gli auguro i migliori successi professionali per il suo futuro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento