Comune: 210mila euro per le famiglie per contrastare l'abbandono delle attività sportive

Bonavina: «Sostenere le famiglie e affiancare la scuola diventa oggi ancora più importante. Lo facciamo continuando a investire in PrimoSportPadova e dando vita a Padova Gioca, con uno stanziamento complessivo di 210 mila»

L'assessore allo sport Diego Bonavina e il consigliere Stefano Ferro hanno presentato in conferenza stampa un progetto rivolto alle famiglie in difficoltà economica con figli che praticano sport. Con Padova Gioca e PrimoSportPadova, che porta l’attività motoria con insegnanti specializzati nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie della città hanno la finalità di garantire l'attività sportiva per i più giovani. 

Abbandono sportivo

«Educare alla pratica motoria e combattere l’abbandono sportivo anche tra i giovani sono delle priorità cui non vogliamo rinunciare nemmeno in questo momento così difficile – spiega l’assessore allo sport Diego Bonavina – Al contrario, sostenere le famiglie e affiancare la scuola diventa oggi ancora più importante. Lo facciamo continuando a investire in PrimoSportPadova e dando vita a Padova Gioca, con uno stanziamento complessivo di 210 mila euro. Su Padova Gioca lavoriamo da tempo ed è il frutto di un percorso di ascolto delle esigenze del territorio e ha l’obiettivo di dare ai ragazzi di famiglie che affrontano difficoltà economiche, che la pandemia non ha che potuto acuire, la possibilità di continuare a fare sport grazie a dei buoni per pagare le quote associative. Un impegno che si affianca a quello delle società e delle associazioni che già oggi, con le loro forze, vanno incontro a queste famiglie. Riproponiamo poi PrimoSportPadova dopo un periodo di intenso dialogo con il Coni e con le istituzioni scolastiche. L’elemento che meglio sottolinea la portata di questo progetto è il fatto che tutti i dirigenti scolastici che abbiamo incontrato hanno richiesto il ritorno a scuola degli esperti di educazione motoria».

Padova Gioca

Padova Gioca è quindi un progetto di sostegno alle famiglie che intendono iscrivere i propri figli minori ai vari corsi di attività motoria e di avviamento allo sport tenuti dalle varie società sportive del territorio. L’Assessorato allo Sport offrirà un aiuto alle famiglie in difficoltà economica nel sostenere i costi dell’attività sportiva dei propri figli tramite l’erogazione di un buono con l’obiettivo di non far rinunciare ai ragazzi di praticare uno sport e di svolgere una sana attività fisica. Le domande potranno essere presentate da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre utilizzando il modulo presente sul portale Istanze on line di Padovanet, dove sarà pubblicato l'avviso completo. L’investimento del Comune è di 80 mila euro. Ogni buono potrà avere un valore di 200 euro fino al 50% della quota associativa.

PRIMOSPORTPADOVA

PrimoSportPadova è un progetto del Settore Servizi Sportivi del Comune di Padova che consente agli alunni dei 13 Istituti Comprensivi padovani e delle 11 Scuole dell’Infanzia comunali di svolgere attività motoria nell'orario scolastico.
Consiste nell'affiancamento dell'insegnante curriculare da parte di un esperto, laureato in Scienze Motorie, per 25 ore all’anno per ogni classe. L'attività coinvolge le scuole dell'infanzia e i primi tre anni della scuola primaria e viene svolta grazie a un protocollo d'intesa firmato dal Comune di Padova, dal Coni e dai rappresentanti degli Istituti Comprensivi. L'attività per il 2020-2021 inizierà a novembre.Si tratta di un‘iniziativa unica in Italia e più volte presa ad esempio dai vertici sportivi nazionali che coinvolge 5.360 alunni di 13 Istituti Comprensivi e 11 Scuole per l'Infanzia comunali. Vengono erogate complessivamente 7.275 ore di lezione a 291 classi o gruppi (dati 2019-2020). L’investimento è di 130 mila euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento