Da comuni di tutta Europa appello alla Colombia: verità per la morte di Mario Paciolla

Anche il comune di Padova insieme a una ventina di municipi da tutta Italia ed Europa, con una lettera firmata dal Sindaco, Sergio Giordani, ha aderito all'importante iniziativa

Dai municipi di tutta Europa sono partite in questi giorni delle letttere ufficiali indirizzate al presidente della Repubblica di Colombia Iván Duque Márquez, per chiedere verità e giustizia in merito alla morte di Mario Paciolla, il giovane operatore delle Nazioni Unite trovato morto lo scorso 15 luglio nella sua casa di San Vicente del Caguán, alle porte dell’Amazzonia colombiana. Anche il comune di Padova, con una lettera firmata dal Sindaco, Sergio Giordani, ha aderito all'importante iniziativa.

Mario Paciolla

Mario Paciolla è morto in Colombia in circostanze assolutamente poco chiare. Lavorava in un progetto ONU di vigilanza sull’accordo di pace fra guerriglieri rivoluzionari delle FARC e governo colombiano. Le fonti ufficilai parlano di suicidio, ma la madre non crede assolutamente a questa ipotesi. I tagli sul corpo, l’inquietudine che manifestato negli ultimi giorni, c'è il sospetto che avesse visto qualcosa che non doveva.  La Colombia è un Paese in cui il processo di pace è stato boicottato fin dalla prima ora da buona parte del Governo e dai gruppi paramilitari, quindi non si può escludere alcuna pista. Paciolla veva confidato ai genitori di voler tornare in Italia, aveva il biglietto per rientrare a Napoli il 20 luglio. 

Lettera 

L’iniziativa rientra nell’ambito della rete Reds, la Rete internazionale con sede a Barcellona che coinvolge diverse municipalità attive nell’ambito dei diritti umani, che si pongono l’obiettivo di incidere nei processi di trasformazione sociale a livello locale e globale, attraverso progetti di apprendimento e mutualismo.La Rete Reds è una delle progettualità cui aderisce l’assessorato Pace e Diritti Umani del Comune di Padova. 

Benciolini

Dichiara l’assessora alla cooperazione internazionale e alla pace, Francesca Benciolini: «La Colombia è una terra dove la pace continua ad essere una promessa lontana, nonostante i diversi tentativi per raggiungere un accordo. In particolare in alcune regioni la violenza e il conflitto civile sono tutt’ora molto radicati e l’emergenza Covid che in questo momento sta mettendo a dura prova l’intero Sud America in alcuni casi li ha ulteriormente acuiti. Sono moltissimi i progetti nell’ambito dei diritti umani che vedono coinvolte ONG, associazioni e molte municipalità, tra cui diverse città italiane che in rete agiscono per una vicinanza tra le comunità dei diversi territori in vista di un reciproco sostegno. Un Comune impegnato sul fronte dei diritti umani promuove e sostiene direttamente o indirettamente attraverso l’azione concreta e la formazione di associazioni e ONG, i diritti per tutte e tutti, ovunque. Questo a volte richiede azioni di pressione ed è verificato che l’azione e la sensibilizzazione internazionale possono molto in situazioni come questa.La morte di Mario è un grande dolore per tutte e tutti, ma il fatto che sia avvenuta in circostanze poco chiare la rende se possibile ancora più dolorosa. Ottenere verità e giustizia sulla morte di questo giovane ragazzo è fondamentale e per questo motivo nella lettera chiediamo, con altri sindaci e altre città europee, allo Stato colombiano e alle organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, la Corte Interamericana per i Diritti Umani, l'Unione Europea e altre organizzazioni internazionali, governative e non – coinvolte nel processo di pace in Colombia - che venga garantita un'indagine trasparente e indipendente, con l’ausilio di esperti internazionali, al fine di garantire la ricostruzione e la condivisione della verità dei fatti. Per Mario, per Giulio, per tutte e tutti coloro che agiscono la pace in territori complessi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Municipi solidali

Dall'Italia le missive sono partite dal Comune di Fidenza, Sindaco, Andrea Massari, dal Comune di Trento, Sindaco, Alessandro Andreatta, dal Comune di Narni, Assessore alla Cooperazione, Alfonso Morelli e dal Comune di Padova, da parte del Sindaco, Sergio Giordani. Con le loro anche le lettere di sindaci belgi ( Comune di Nijlen, Sindaco, Paul Verbeeck e Assessore alla Cooperazione, Lien Du Four. Comune di Westerlo, Sindaco, Guy Van Hirtum e Assessore alla Cooperazione, Kristof Welters. Comune di Laakdal, Assessore alla Cooperazione, Benny Smets. Comune di Schilde, Assessore alla Cooperazione, Marian Van Alphen) e spagnoli (Comune di Rivas Vacíamadrid, Sindaco, Pedro del Cura. Comune di Barcelona, Direttore Giustizia Globale e Cooperazione, David Llistar (Catalogna) Comune di Reus, Assessore per la Partecipazione, Governance e Servizi Generali, Montserrat Flores Juanpere (Catalogna)).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Clienti nel magazzino per sniffare cocaina tra una portata e l'altra: ristoratore in manette

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento