menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marcello Orrù si dichiara l'autore del biglietto a sinistra inviato a Bitonci

Marcello Orrù si dichiara l'autore del biglietto a sinistra inviato a Bitonci

Consigliere regionale sardo Orrù "Io ho firmato biglietto per Bitonci"

L'autore del messaggio di apprezzamento per il rifiuto del sindaco di Padova di incontrare il console del Marocco si è auto palesato via Facebook, sottolineando la liceità di usare carta intestata della Regione

"Nessun utilizzo illegittimo e inappropriato della carta intestata del consiglio regionale". A chiarirlo è lo stesso autore del biglietto Biglietto Regione Sardegna a Bitonci "Apprezzo che non abbia ricevuto il console marocchino"
su carta intestata del Consiglio regionale della Sardegna che portava il seguente messaggio: "Ho apprezzato il fatto che non abbia ricevuto il Console marocchino. Condivido le sue idee".
Marcello Orrù, consigliere regionale sardo, ha postato una nota su Facebook spiegando le motivazione del suo gesto, dopo il clamore che aveva suscitato quando il destinatario, il sindaco di Padova Massimo Bitonci, lo aveva fotografato e postato sulla propria pagina del social network, omettendo però la firma dell'autore e provocando la ferma condanna del governatore della Sardegna, Gianfranco Ganau che, aveva dichiarato: Biglietto Regione Sardegna a Bitonci "Apprezzo che non abbia ricevuto il console marocchino"
"È stata impropriamente utilizzata della carta intestata del Consiglio regionale della Sardegna. Si vergogni chiunque lo abbia fatto".

Potrebbe interessarti: https://www.padovaoggi.it/politica/biglietto-regione-sardegna-bitonci-apprezzo-che-non-abbia-ricevuto-console-marocchino.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PadovaOggi/199447200092925

ORRÙ. "Sono stato io a scrivere e firmare il biglietto - spiega dunque Orrù - che ho voluto inviare all'amico e sindaco di Padova Massimo Bitonci per manifestargli vicinanza di idee e condivisione rispetto al gesto provocatorio da lui messo in atto nella sua città di non voler incontrare il console marocchino favorevole alla realizzazione di una moschea. Sono un consigliere regionale e posso utilizzare per la mia attività la carta intestata del consiglio regionale, così come ho fatto in questo caso, naturalmente apponendovi la mia firma e assumendomi le mie responsabilità. Non mi permetterei mai di parlare a nome del consiglio regionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento