menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Crisanti? Come avere nella propria formazione Ronaldo e preferirgli un compaesano dell’allenatore»

Il pensiero di Arturo Lorenzoni per Andrea Crisanti: «Lo ringrazio per il lavoro svolto e che continua a portare avanti col solo obiettivo del raggiungimento del bene comune. Ispirando la politica regionale, ha contribuito a salvare vite umane»

«Il 21 febbraio il primo anniversario della scoperta del Coronavirus a Vo'. Un’occasione per richiamare il ruolo fondamentale che ha avuto questa esperienza nello scoprire la diffusione del virus e, in particolare, il professor Andrea Crisanti nella gestione della prima fase della pandemia. Cioè, fin quando gli è stato permesso»: il Portavoce delle Opposizioni in Consiglio regionale, Arturo Lorenzoni, ricorda così quei giorni di un anno fa.

Arturo Lorenzoni

Aggiunge Lorenzoni: «Il professor Crisanti ha avuto il merito di capire prima degli altri come si sarebbe evoluta l’epidemia. Ovvero, che si sarebbe presto trasformata in una pandemia globale. Sua l’intuizione di tracciare e tamponare subito l’intera popolazione di Vo', per tentare di comprendere i potenziali sviluppi del contagio. I fatti gli hanno dato ragione: tuttora il tracciamento è una delle strategie finalizzate al contenimento del Coronavirus. Lo ringrazio per il lavoro svolto e che continua a portare avanti col solo obiettivo del raggiungimento del bene comune. Ispirando la politica regionale, ha contribuito a salvare vite umane». Nel contempo, però, Lorenzoni esprime un sentimento di forte dispiacere poiché Crisanti «è stato estromesso dal coordinamento regionale dei laboratori di microbiologia. Come avere nella propria formazione Ronaldo e preferirgli un compaesano dell’allenatore. Nell’attuale fase, con una campagna vaccinale appena iniziata e rispetto alla quale la popolazione ripone molte speranze, serve un approccio serio e rigoroso da parte dell’amministrazione regionale. Gli annunci non aiutano a risolvere questa crisi, la più importante a livello internazionale da ottant’anni a questa parte».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento