menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Zaia e Roberto Marcato

Luca Zaia e Roberto Marcato

Luca Zaia e Roberto Marcato "attaccano" l'Europa: «Si sta comportando in modo vergognoso»

Dopo le parole del Governatore del Veneto («Non capisco come mai ci sia ancora questa sudditanza verso l'Europa, e non ve lo sta dicendo un antieuropeista») sono arrivate quelle dell'assessore: «Un’Europa così non serve a nulla ed è un ostacolo»

«Non capisco come mai ci sia ancora questa sudditanza verso l'Europa, e non ve lo sta dicendo un antieuropeista». A dichiararlo in chiusura del punto stampa di giovedì 26 marzo è stato Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto. E proprio alla luce della sottolineatura finale è una frase che ha fatto doppiamente rumore.

Luca Zaia

Non è stata l'unica, però. Anzi, è stata solo la prima in ordine temporale pronunciata sull'argomento dal Governatore del Veneto, il quale venerdì 27 ha rincarato la dose, specificando il motivo della sua "rabbia": «Io mi chiedo dov'è finita l'Europa, perché qui oltre all'emergenza sanitaria c'è quella economica». E sabato 28 ha ribadito il concetto: «L'Europa si sta comportando in maniera vergognosa nei nostri confronti». Un "crescendo" che denota la grande delusione - peraltro ampiamente manifestata a livello nazionale anche dai membri del Governo - per lo scarso supporto dell'Unione Europea all'Italia durante questa emergenza Coronavirus.

Roberto Marcato

E a dare man forte a Luca Zaia arriva anche Roberto Marcato, assessore regionale allo sviluppo economico, il quale parlando sempre sabato 28 dei rischi economici legati al post-emergenza ha affermato: «Abbiamo già inviato al Governo le nostre osservazioni: queste riguardano, tra l’altro, le regole per l’accesso al credito stabilite dall’Unione Europea che devono essere riviste per dare la possibilità agli istituti di erogare i finanziamenti con maggior flessibilità, e la sterilizzazione del rating per le aziende costrette a chiedere la moratoria, perché è impensabile che le aziende paghino senza avere alcuna responsabilità. E confido che il Governo porti a casa questa partita, che è un punto essenziale, perché, come dice il Presidente Zaia, un’Europa così non solo non serve a nulla, ma rappresenta solo un ostacolo». Anche la Regione, quindi, fa la voce grossa con l'Europa. In nome del proprio popolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento