Coronavirus: Giordani invia mail informativa a 50.000 padovani

«Comprendo la preoccupazione delle persone, proprio per questo stiamo facendo di tutto per essere vicini alla popolazione con modalità corrette e di buon senso, ma senza cavalcare l'emotività»

La mail è stata inviata ai circa 50.000 cittadini padovani che hanno, negli anni,  dato la liberatoria all'uso dei loro dati e contatti. Nella giornata di oggi, martedì 25 febbraio, verrà inviata comunicazione specifica anche alle oltre 1200 associazioni iscritte al registro comunale. Si segnala che il sito Padovanet.it nella scorsa settimana ha incrementato di circa il 300% i contatti unici venendo raggiunto da oltre 100.000 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mail di Giordani

Ecco il messaggio che il primo cittadino rivolge ai suoi concittadini: «La linea che mi sto dando è quella di fare significativi sforzi di informazione attraverso tutti i canali a nostra disposizione, questo sia per raggiungere i padovani con le informazioni corrette e le raccomandazioni giuste sia perché solo con l'informazione evitiamo panico e allarmismi che non aiutano. Comprendo la preoccupazione delle persone, proprio per questo stiamo facendo di tutto per essere vicini alla popolazione con modalità corrette e di buon senso, ma senza cavalcare l'emotività. Girano troppe fake news e sono in azioni troppi sciacalli che seminano bufale, serve essere duri con questi individui spregiudicati invitando tutti i cittadini ad attingere le informazioni dai canali ufficiali. A Padova la situazione è monitorata e sotto controllo, le Istituzioni lavorano bene e coordinate, il mio invito alle padovane e ai padovani è di attenersi alle precauzioni igieniche e alle buone pratiche suggerite, ma al contempo vivere la città in maniera normale pur dentro le nuove prescrizioni in vigore fino al primo marzo. L'unità della comunità padovana e il senso civico faranno la differenza in questa sfida».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento