Difesa del suolo e cementificazione, Pastorelli: "Ora di voltare pagina"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

"Condivido la lettera di sollecito inviata al governo dai ministri Galletti e Martina affinché si proceda a una rapida conclusione dell'esame del ddl sul 'Contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato che pone un limite alla cementificazione dei campi agricoli"

Così il deputato Psi, Oreste Pastorelli, membro della VIII Commissione Ambiente alla Camera. "Sono convinto che la salvaguardia del territorio debba essere una priorità del Paese e che l'attività agricola, svolta nel rispetto dell'ambiente, sia il primo baluardo a difesa del territorio. Ed è per questo - ha proseguito l'esponente socialista - che dall'inizio dell'attività parlamentare ho portato avanti iniziative volte al contenimento del consumo del suolo, alla valorizzazione del suolo non edificato, nonché alla promozione dell'attività agricola che sullo stesso si svolge o potrebbe svolgersi". Secondo Pastorelli, l'incuria e la cementificazione abusiva e selvaggia concorrono al verificarsi di quei fenomeni di dissesto idrogeologico che sono alla base di eventi tragici anche recenti. "Ecco perché auspico una calendarizzazione del ddl suolo in Assemblea entro la fine dell'anno. E' ora di voltare pagina" ha concluso il deputato socialista.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento