Ecatombe case di riposo. Variati: «In Veneto settimane senza dispositivi». Zaia: «Ci denunci»

Il sottosegretario: «Appelli di rappresentanti e sindacati inascoltati». Il governatore: «È un'istituzione. Invece di dire, faccia. Fossi in lui andrei in procura e denuncerei subito»

Case di riposo, strutture residenziali per anziani (rsa) in emergenza coronavirus. Il sottosegretario all'Interno Achille Variati a gamba tesa sulla regione Veneto: «Si vanta costantemente della propria sanità, dei suoi standard e a ragione. Scopriamo però che, al di là di impedire le visite dei parenti, gli infermieri, gli operatori sanitari, gli addetti alle pulizie, i dipendenti di cooperative, sono stati lasciati per settimane senza dispositivi di protezione. I protocolli di accesso degli anziani, soprattutto quelli provenienti dagli ospedali, sono stati rivisti solo pochi giorni fa. Ciò ha portato il contagio da una struttura all’altra. Per me è una profonda, amara sconfitta che anche nel nostro Veneto si stia verificando una vera e propria ecatombe. Per settimane gli appelli dei rappresentanti del mondo delle rsa, così come le denunce dei sindacati, sono rimasti inascoltati».

Regione

La replica arriva immediata perché il governatore del Veneto Luca Zaia commenta in diretta da Marghera, domenica, le parole del sottosegretario. «Resto basito - dice -. Vada in procura a fare una denuncia. Se in quanto esponente del governo dice che sono stati inascoltati gli appelli, allora fossi in lui andrei subito a denunciare la Regione. Come istituzioni abbiamo un obbligo: le cose dobbiamo farle e non dirle - e aggiunge - Stiamo facendo il diavolo a quattro su questa partita. La polemica è squallida, ci sono le vite delle persone di mezzo». Zaia torna a ribadire che questo virus passerà alla storia come quello delle case di riposo. «Trentamila ospiti in Veneto, 25 mila lavoratori. L'età media degli oltre 600 morti in Veneto è 82 anni: il Covid li va a cercare a casa o nelle case di riposo, dispiace sentire queste cose. Se non sanno come uscire sui giornali, vadano a fare volontariato e si fanno fotografare. Le regioni hanno applicato tutti i provvedimenti del governo, questo vuol dire lavorare in squadra».

Critiche

«C’è un dramma nel dramma - afferma Variati - . Popolate come sono di anziani vulnerabili, le rsa sono diventate i nuovi epicentri del contagio. Con centinaia di morti tra gli ospiti e alti tassi di infezione del personale. Lo dico con chiarezza: è un problema globale, neppure solo italiano, perché la stessa cosa sta accadendo in Francia, in Spagna, negli Stati Uniti. La fragilità delle difese sanitarie nelle strutture di ospitalità è oggettiva e conosciuta: risulta purtroppo dalla cronaca quotidiana e dai dati che purtroppo rileviamo ogni giorno. So bene che si stanno affrontando situazioni complesse, durissime, ma al governatore del Veneto, responsabile della sanità regionale e quindi anche della sanità nelle case di riposo, dico che non è sbagliato confrontarsi, accettando contributi e preoccupazioni anche critiche, ma costruttive. La speranza - conclude il sottosegretario Variati - è che a tempi brevissimi si facciano tamponi a tutti gli ospiti e operatori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Impatto violento tra la sua bici e un'auto: bambino di 9 anni elitrasportato d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento