Elezioni, incastrato dal “clic” a fotografare la scheda: denunciato

Un cittadino di Villatora di Saonara è stato denunciato ieri dai carabinieri perché sorpreso all'interno dell'urna ad immortalare la scheda elettorale con la fotocamera del cellulare: pratica vietata dalla legge per evitare il voto di scambio

È stato sufficiente l'inconfondibile “clic” che accompagna lo scatto di una foto ad incastrare un uomo di Villatora di Saonara denunciato ieri per aver immortalato con la fotocamera del suo cellulare la scheda elettorale all'interno della cabina.

IL REATO. Presidente e scrutatori del seggio se ne sono infatti accorti ed hanno chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. I carabinieri della stazione locale hanno provveduto alla denuncia dell'uomo: la legge vieta di portare macchine fotografiche e telefonino nei seggi. Il motivo è legato al voto di scambio: l’elettore fotografa la scheda per dimostrare chi ha votato ed essere di conseguenza pagato. Chi contravviene rischia da 3 a 6 mesi di arresto e mille euro di multa.

SEGUI LA DIRETTA ELEZIONI PER I RISULTATI

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento