rotate-mobile
Elezioni

Amministrative 2017, in corsa anche Casapound: Meridi candidato sindaco

"La nostra sarà una ricetta per Padova rivoluzionaria - spiegano - che rimetterà al centro il concetto di 'comunità' attraverso una nuova interpretazione delle funzioni del Sindaco e del Municipio. Funzioni che saranno innanzitutto di 'aggregatore' sociale ed economico"

Il movimento di estrema destra si presenta alle Amministrative di Padova con una lista autonoma. Il candidato sindaco sarà Maurizio Meridi. Padovano classe 1956, è stato militante del Fronte della Gioventù dal 1970, consigliere della Circoscrizione centro per 6 anni con il MSI e Consigliere del quartiere Brentella per 4 anni con Alleanza nazionale.

CHI È. Presidente fondatore del comitato Sos Padova (comitato diffuso in vari quartieri degradati patavini e formato da residenti e commercianti) per dieci anni, in passato molto vicino all'ex assessore alla Sicurezza della giunta Bitonci, Maurizio Saia, dal 2012 è militante di CasaPound Italia.

PADOVA RIVOLUZIONARIA. "In un panorama di disgregazione sociale, economica e valoriale - spiega Meridi - CasaPound Italia Padova, con la sua partecipazione alle elezioni, intende proporre una propria formula di difesa del cittadino rispetto a questo meccanismo alienante, troppo spesso imposto dall’alto. La nostra sarà una ricetta per Padova rivoluzionaria, che rimetterà al centro il concetto di 'comunità' attraverso una nuova interpretazione delle funzioni del Sindaco e del Municipio. Funzioni che saranno innanzitutto di 'aggregatore' sociale ed economico".

CORAGGIOSO. "Riteniamo infatti - prosegue Meridi - che un organo amministrativo come quello di una municipalità sia, per dimensioni e rapporto diretto con i cittadini, l’entità statale con le migliori caratteristiche per ben amministrare e tutelare abitanti e valori del territorio, ma anche per indagare nuove forme di socialità e di gestione partecipata di ciò che pubblico. Ciò che proporremo sarà un punto di vista nuovo, e soprattutto, coraggioso. Come nella tradizione del nostro movimento. Ovviamente se per noi il valore sarà nel ricreare la connessione tra persone-territorio-municipio, va da sè che per antitesi la nostra sarà una battaglia senza tregua al degrado e alla feccia che intende rimanere estranea alla nostra comunità cittadina e alla convivenza civile. Insomma, ne vedrete delle belle".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative 2017, in corsa anche Casapound: Meridi candidato sindaco

PadovaOggi è in caricamento