menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I manifesti imbrattati (foto Facebook)

I manifesti imbrattati (foto Facebook)

Raid vandalico contro candidati centrodestra, imbrattati i manifesti elettorali: "Fascisti"

Lunedì notte, ignoti hanno vandalizzato i cartelloni e le sedi elettorali ad Abano Terme

Manifesti e sedi elettorali imbrattati, nella notte tra lunedì e martedì, ad Abano Terme. Nel mirino degli ignoti vandali, i candidati sindaco di centrodestra, Sabrina Talarico, Emanuele Boccardo e Paolo Gruppo. Alcuni manifesti sono stati deturpati con la scritta "fascista", altri sono stati coperti con poster raffiguranti Bettino Craxi e inneggianti al "rinnovamento socialista" o Luca Claudio vestito da carcerato e la scritta "Io sono innocente e voi siete tutti c...".

IMBRATTATI I MANIFESTI ELETTORALI. "Così come sono stati imbrattati i miei manifesti elettorali e quelli dei candidati di centrodestra, altrettanto impunemente vengono imbrattati sempre più spesso muri, edifici ed elementi di arredo urbano, anche in pieno centro - ha commentato l'accaduto Sabrina Talarico - si tratta di gesti di inciviltà e microcriminalità che vanno monitorati e punniti al pari di quelli più gravi". La candidata ha fatto sapere di avere sporto denuncia ai carabinieri di Abano e di avere chiesto la visione dei filmati delle videocamere di sorveglianza. Ha condannato gli atti vandalici anche il candidato Emanuele Boccardo: "Noi rispettiamo la democrazia e le idee di tutti - ha affermato - qualcuno invece le calpesta, imbratta manifesti e ci accomuna al passato. Peccato per lui: noi siamo il futuro".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento