Camposampiero: Katia Maccarrone presenta il simbolo

Aperta ufficialmente la campagna elettorale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Alla presenza di oltre un centinaio di persone si è svolto presso la Sede del Comitato Centoni l'incontro conviviale per l'apertura ufficiale della campagna elettorale che vedrà impegnata Katia Maccarrone a ricoprire il ruolo di primo Sindaco donna eletta dai cittadini di Camposampiero (dopo la breve esperienza di Maria Angarano fra il 1967 e il 1970). Un clima di grande attesa e soprattutto di semplice e convinta partecipazione ha animato i moltissimi presenti, espressione di varie realtà cittadine.

Durante la serata hanno preso la parola Dino Scantamburlo che ha tracciato un breve ritratto della candidata sindaco. Oriano Squizzato ha tracciato un bilancio dei cinque anni di opposizione che hanno visto un gruppo coeso, responsabile e propositivo in Consiglio Comunale. Cinque di questi consiglieri continuano ora l'esperienza nella nuova lista di Katia Maccarrone. Chiudendo con soddisfazione il suo impegno diretto in Consiglio Comunale, che lo ha visto per molti anni protagonista, passa il testimone alla nuova civica, insieme al suo appoggio personale. " Ringraziamo Oriano per la sua correttezza, la coerenza e la competenza con cui ha guidato il gruppo di opposizione uscente. - ha ripreso Maccarrone nel suo intervento - La nostra squadra è composta anche da molte persone assolutamente nuove che si affacciano per la prima volta a questo tipo di impegno. Una squadra con molte idee nuove, coesa e molto motivata per guidare Camposampiero ad essere nuovamente una città che vive serenamente e con impegno personale le sfide di questo nostro tempo.

Da parte mia - ha proseguito la candidata sindaco - metto in campo la mia persona e la mia storia, arricchita dall'esperienza amministrativa maturata in questi ultimi anni, con il mio stile ispirato alla concretezza e al dialogo con le persone. Uno stile che mi ha portato a sperimentare l'importanza della collaborazione, del coinvolgimento e della partecipazione." Camposampiero è una realtà molto ricca di associazioni, gruppi, comitati, volontariato, categorie economiche. Bisogna saper mettere in rete e in dialogo queste realtà, valorizzandole e supportandole, per rendere la nostra città e i nostri quartieri un luogo dove è bello vivere. Una città che vive grazie al contributo di tutti e dove l'amministrazione svolge un ruolo determinante. Camposampiero potrà ripartire e fare veramente di più! Ecco il senso del nome e simbolo della Lista "Camposampiero Più - La città che vive - Katia MACCARRONE SINDACO". Essa ha come simbolo nella metà superiore il palazzo comunale stilizzato in bianco su fondo azzurro: un palazzo a disposizione di tutti i cittadini, collocato in mezzo alle case delle persone, che di questo palazzo sono la continuità. Alcune persone ritratte in vari atteggiamenti quotidiani rappresentano la città che vive. Al centro una fascetta rossa con scritto in bianco "La città che vive". Si tratta di un concetto che la squadra di Katia avrà modo di discutere coi cittadini nelle molteplici occasioni di incontro e dibattito che si stanno organizzando per i prossimi giorni. Nella parte inferiore la scritta "Katia MACCARRONE SINDACO" in nero su sfondo giallo. Un simbolo che ha riscosso notevole successo tra i presenti, di grande impatto cromatico. Al termine della serata hanno voluto portare il loro saluto e il loro augurio particolare a Katia Maccarrone, Fabio Bui, Sindaco di Loreggia e Renato Marcon, Sindaco di Piazzola sul Brenta, augurandosi una sempre maggior collaborazione fra tutte le realtà comunali dell'Alta Padovana.

I più letti
Torna su
PadovaOggi è in caricamento