Elezioni comunali 2014

ELEZIONI COMUNALI A PADOVA Risultati e preferenze delle liste

Si è concluso lo spoglio per la conta dei voti nelle 61 amministrazioni locali della provincia euganea chiamate al rinnovo. Occhi puntati sul capoluogo, dove la corsa a 9 è ora ridotta a 2: Rossi e Bitonci al ballottaggio

Ivo Rossi e Massimo Bitonci

Si sono chiuse le operazioni di scrutinio nel 61 Comuni della provincia di Padova in cui domenica gli elettori sono stati chiamati ad eleggere le liste e i relativi candidati che guideranno le amministrazioni locali per i prossimi 5 anni. Lo spoglio era iniziato alle 14. Occhi puntati sul capoluogo, dove, dopo l'exploit del Pd alle europee, il favorito sembrava il sindaco reggente uscente Ivo Rossi.

BALLOTTAGGIO. Tra i 61 Comuni in fase di rinnovo c'erano, oltre a Padova, anche altri 4 municipi con oltre 15mila abitanti e dove pertanto si sarebbe potuto tornare a votare il prossimo 8 giugno per il ballottaggio, se nessuno dei candidati avesse raggiunto la maggioranza assoluta. Si tratta di Monselice, Selvazzano, Rubano, Cadoneghe.

PADOVA: Tutte le liste e i candidati in corsa - Fac-simile scheda elettorale Comune di Padova - MONSELICE: Tutte le liste e i candidati - RUBANO: Tutte le liste e i candidati - SELVAZZANO: Tutte le liste e i candidati - CADONEGHE: Tutte le liste e i candidati

TUTTI I COMUNI. Di seguito l'elenco di tutti gli altri Comuni della provincia nei quali si sono tenute le elezioni amministrative: la lista.

SEGUI LA DIRETTA:

ORE 2. Si è concluso in nottata lo spoglio dei voti nel comune capoluogo. A Padova, con 206 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) si aggiudica il maggior numero di preferenze con il 33,76%. Non avendo raggiunto la maggioranza assoluta, andrà al ballottaggio contro il candidato Bitonci (Lega), che si è fermato al 31,42%. Terzo Saia 10,63%, poi Fiore 9,91%, Altavilla 8,63%, Colasio 2,43%, Ruffini 1,35%, Salmaso 1,14%, Cesaro 0,69%.

ORE 01. Terminato il rinconteggio dei voti, a Rubano si è potuto conoscere solo in tarda serata lo sfidante che andrà al ballottaggio contro Sabrina Doni, supportata da due civiche di centrosinistra che l'hanno portata al 40,65%. Si tratta di Renato Boldrini, unico candidato sindaco del Movimento 5 Stelle nei comuni sopra i 15mila abitanti ad essere rimasto in lizza. Boldrini ha collezionato il 17,69%, terza l'esponente del centrodestra Donatella Banzato, con il 17,11%. Quarto Fabio Targa 8,88%, a seguire Michela Gottardo 7,65%, Luigi Tarquini 4,61%, Emanuele Scieri 3,38%.

ORE 23.15. Assieme a Padova e Monselice, si andrà al ballottaggio anche a Rubano tra Sabrina Doni, supportata da due civiche con le quali ha raccolto il 40,59%, ma al momento la conta delle schede non le contrappone un avversario. Per il contendente si stanno controllando i voti raccolti in quanto il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Renato Boldrini è avanti di sole 12 schede rispetto all'esponente del centrodestra Donatella Banzato che gli contende la seconda piazza. Se Doni ha raccolto 3.175 voti ed è certa del primato, Boldrini ne ha registrato 1.374 a fronte di quelli attualmente conteggiati a Banzato che sarebbero 1.362.

ORE 23. A Padova, con 199 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,84%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,40%, terzo Saia 10,61%, poi Fiore 9,86%, Altavilla 8,65%, Colasio 2,42%, Ruffini 1,36%, Salmaso 1,15%, Cesaro 0,70%.

ORE 22.30. A Padova, con 191 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,88%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,25%, terzo Saia 10,59%, poi Fiore 9,90%, Altavilla 8,75%, Colasio 2,40%, Ruffini 1,37%, Salmaso 1,15%, Cesaro 0,71%.

ORE 22. A Padova, con 181 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,92%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,24%, terzo Saia 10,50%, poi Fiore 9,92%, Altavilla 8,82%, Colasio 2,33%, Ruffini 1,39%, Salmaso 1,14%, Cesaro 0,73%.

ORE 21.40. A Padova, con 168 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,89%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,29%, terzo Saia 10,53%, poi Fiore 9,88%, Altavilla 8,83%, Colasio 2,32%, Ruffini 1,41%, Salmaso 1,13%, Cesaro 0,73%.

ORE 21.30. A Monselice, i cittadini dovranno esprimersi nuovamente il prossimo 8 giugno per decretare chi preferiscono, nel ballottaggio tra i due candidati a sindaco che al primo turno hanno raccolto più voti. L'esponente del centrodestra Francesco Lunghi ha ottenuto il 38,72% e "sfiderà" quindi il candidato del centrosinistra Francesco Corso, arrivato al 31,26. Terzo Roberto Natalicchio 11,49%, quarto Andrea Bernardini 11,27%, quindi Paolo Drago 4,00%, e infine Lucio Perin 3,23%.

ORE 21.15. A Cadoneghe, Michele Schiavo è stato eletto sindaco con il 57,64%, secondo Pier Antonio Maschi 14,85%, terza Sandra Maritza Escobar 14,59%, quarto Giorgio Bresquar 12,90%. A Selvazzano Dentro, Enoch Soranzo è stato eletto sindaco con il 58,35%, secondo Riccardo Dainese 23,13%, terza Ulderica Mennella 9,79%, quarto Leandro Elleni 8,71%.

ORE 21.10. "Sapevamo che era una sfida difficile e complicata, anche a causa della grande frammentazione del centrosinistra, d'altra parte Padova da sempre ha avuto un testa a testa tra centrodestra e centrosinistra negli scorsi test elettorali. Sono fiducioso che nei prossimi 15 giorni riusciremo a mettere insieme tutte le forze del centrosinistra". Così Ivo Rossi, sindaco reggente e candidato del centrosinistra, commenta il testa a testa con il capogruppo al senato della Lega Nord Massimo Bitonci per la poltrona di sindaco di Padova. "L'importante sarà convergere e trovare un punto di equilibrio con tutti, tanto più nel centrosinistra - ha spiegato Rossi - Sono momenti difficili per il paese e nel solco tracciato negli ultimi mesi dal premier Renzi continueremo nell'opera di rinnovamento".

ORE 21. A Padova, con 149 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,65%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,53%, terzo Saia 10,58%, poi Fiore 9,87%, Altavilla 8,78%, Colasio 2,34%, Ruffini 1,40%, Salmaso 1,14%, Cesaro 0,72%.

ORE 20.50. A Cinto Euganeo, Lucio Trevisan è stato eletto sindaco con il 43,82%, secondo Paolo Barbiero 35,05%, terzo Claudio Dal Santo 21,11%. A Curtarolo, Fernando Zaramella è stato eletto sindaco con il 39,32%, secondo Andrea Ostellari 34,60%, terzo Mirco Savio 26,07%. A Limena, Giuseppe Costa è stato eletto sindaco con il 56,25%, secondo Riccardo Zanon 29,12%, terza Silvia Compagnin 14,61%. A Piazzola sul Brenta, Enrico Alfonso Michele Zin è stato eletto sindaco con il 32,34%, secondo Dario Cavinato 24,85%, terzo Giuseppe Pin 17,60%, quarto Maurizio Oreste Bergamin 13,89%, quinta Sabrina Meneghello 11,29%. A Polverara, Alice Bulgarello è stata eletta sindaco con il 60,31%, seconda Sabrina Rampin 39,68%. A Villafranca Padovana Luciano Salvò è stato eletto sindaco con il 51,21%, secondo Roberto Muraro 30,82%, terzo Giorgio Pancotti 11,48%, quarto Guido Rebustello 6,47%.

ORE 20.45. ''I parziali delle comunali che stanno affluendo dai seggi del Veneto dimostrano che il Pd rappresenta la virtualità della politica mentre la Lega rappresenta il territorio''. È il commento del presidente del Veneto, Luca Zaia, ai risultati parziali delle amministrative. ''Un Bitonci che ottiene una superlativa affermazione a Padova, oltre alla riconferma o alla elezione di una miriade di sindaci della Lega e delle coalizioni di centrodestra, dimostrano (se ce n'era ancora bisogno) che l'effetto Renzi sul Pd si ferma alla virtualità, perché una volta che il fenomeno atterra sui territori sono i nostri bravi amministratori ad essere preferiti dai cittadini - prosegue il presidente del Veneto - Come volevasi dimostrare, fra le Europee e le amministrative quel che conta davvero è la buona gestione dei nostri comuni, vittime di un governo che sa solo prendere e non restituisce. Mai''.

ORE 20.35. A Padova, con 137 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,68%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,64%, terzo Saia 10,45%, poi Fiore 9,87%, Altavilla 8,76%, Colasio 2,31%, Ruffini 1,42%, Salmaso 1,13%, Cesaro 0,73%.

ORE 20.30. A Campo San Martino, Paolo Tonin è stato eletto sindaco con il 39,70%, secondo Giuliano Mietto 23,67%, terzo Mario Squizzato 23,34%, quarto Stefano Amilcare Casotto 13,27%. A Candiana, Chiara Brazzo è stata eletta sindaco con il 42,01%, secondo Andrea de Marchi 35,35%, terzo Stefano de Marchi 22,63%. A Carmignano di Brenta, Alessandro Bolis è stato eletto sindaco con il 65,66%, secondo Alessando Vendramin 34,33%. A Cervarese Santa Croce, Massimo Compagnolo è stato eletto sindaco con il 45,48%, secondo Claudio Chiarello 35,97%, terza Valeria Greco 18,53%. A Villa del Conte, Renzo Nodari è stato eletto sindaco con il 38,66%, secondo Giacinto Pegoraro 37,96, terza Antonella Argenti 23,36%.

ORE 20.20. "Ieri sera il Partito Democratico era al 42% e noi neppure al ballottaggio. Mi sembra che le cose siano cambiate e molto. Noi abbiamo affrontato tutti i problemi della città giorno per giorno e gli altri ci hanno sempre inseguito. Da domani si riparte con la campagna elettorale e sarò ai mercati con un banchetto per raccogliere le richieste dei padovani". Così Massimo Bitonci, candidato alla poltrona di sindaco di Padova per la Lega Nord, al ballottaggio assieme al sindaco uscente Ivo Rossi del Centrosinistra. "Io sarò il sindaco di tutti, non il sindaco dei partiti. Il tema della sicurezza e del degrado nei quartieri ha sicuramente inciso, infatti i migliori risultati sono arrivati dai quartieri dove per esempio ci sono i campi nomadi - ha sottolineato - La promessa dell'amministrazione uscente era quella di chiuderli, invece non è successo niente. Mai fare promesse che non si possono mantenere perché l'elettore se lo ricorda. La Lega tre mesi fa era data dai sondaggi al 3 per cento: per questo i sondaggi vanno presi con le pinze, perché contano le persone. E io penso di aver rappresentato il cambiamento - ha concluso - Se sarò eletto sindaco mi dimetterò dal Senato per venire a fare il sindaco di Padova".

ORE 20.10. A Megliadino San Fidenzio, Daniela Bordin è stata eletta sindaco con il 36,37%, secondo Francesco Donati 26,73%, terza Antonella Feffin 19,12%, quarto Beniamino Veronese 17,76%. A Megliadino San Vitale, Silvia Mizzon è stata eletta sindaco con il 38,24%, secondo Samuele Danese 28,88%, terzo Fabio Feffin 24,02%, quarta Elisa Crivellaro 8,84%. A Trebaseleghe, Lorenzo Zanon è stato eletto sindaco con il 45,35%, seconda Mariella Pesce 24,96%, terzo Giorgio Marchetto 14,37%, quarto Igino Bernardi 9,54%, quinto Marco Casarin 5,75%. A Santa Giustina in Colle, Paolo Gallo è stato eletto sindaco con il 36,75%, secondo Giulio Centenaro 36,44%, terza Lucia Basso 26,79%.

ORE 20. A Campodoro, Massimo Ramina è stato eletto sindaco con il 74,90%, secondo Mario Contin 25,09%. A Camposampiero, Katia Maccarrone è stata eletta sindaco con il 34,84%, secondo Domenico Zanon 31,21%, terzo Walter Guminato 22,53%, quarto Alessio Padovese 8,78%, quinto Renato Cinel 2,61%. A Bagnoli di Sopra, Roberto Milan è stato eletto sindaco con il 66,66%, secondo Mario Masi 33,33%. A Battaglia Terme, Massimo Momolo è stato eletto sindaco con il 56,70%, secondo Daniele Donà 32,97%, terzo Massimo Rigo 10,31%.

ORE 19.55. A Baone, Luciano Zampieri è stato eletto sindaco con il 45,55%, secondo Paolo Bottaro 43,80%, terzo Alessandro Baldoin 10,65%. A Barbona, raggiunto il quorum della metà più uno dei votanti, Francesco Peotta, unico candidato in lizza, è stato eletto sindaco (100%). A Borgoricco, Giovanna Novello è stata eletta sindaco con il 52,27%, secondo Flavio Frasson 47,72%. A Brugine, Michele Giraldo è stato eletto sindaco con il 36,43%, secondo Marco Miazzi 31,81%, terzo Oddone Zecchin 31,74%.

ORE 19.50. A Padova, con 120 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,51%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,78%, terzo Saia 10,46%, poi Fiore 9,71%, Altavilla 9,01%, Colasio 2,23%, Ruffini 1,41%, Salmaso 1,14%, Cesaro 0,76%.

ORE 19.40. Ad Agna, Gianluca Piva è stato eletto sindaco con il 47,78%, secondo Alberto Moretto 36,99%, terzo Stefano Padoan 7,77%, quarto Massimo Magagna 7,43%. Ad Anguillara Veneta, Luigi Polo è stato eletto sindaco con il 45,43%, seconda Alessandra Buoso 30,13%, terzo Alessandro Boaretti 13,95%, quarto Rino Scarparo 10,46%. Ad Arquà Petrarca, Luca Callegaro è stato eletto sindaco con il 72,57%, secondo Claudio Bonello 27,42%. Ad Arre, raggiunto il quorum della metà più uno dei votanti, Alberto Sturaro, unico candidato in lizza, è stato eletto sindaco (100%).

ORE 19.30. A Fontaniva, Lorenzo Piotto è stato eletto sindaco con il 64,41%, secondo Simone Bonaldo 35,58%. A Casale di Scodosia, Stefano Farinazzo è stato eletto sindaco con il 41,92%, seconda Margherita Morello 27,56%, terzo Renato Modenese 22,65%, quarto Davide Boggian.

ORE 19.05. A Padova, con 102 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,35%, tallonato da Bitonci (Lega) con 32,08%, terzo Saia 10,21%, poi Fiore 9,89%, Altavilla 8,91%, Colasio 2,30%, Ruffini 1,40%, Salmaso 1,11%, Cesaro 0,73%.

ORE 19. A Ponte San Nicolò, Enrico Rinuncini è stato eletto sindaco con il 68,05%, seconda Carmen Mattea Tasca con 18,13%, terzo Marco Schiavon 13,81%. A Massanzago, Stefano Scattolin è stato eletto sindaco con il 53,28%, secondo Francesco Scarpin con 46,71%. A Masi, Cosimo Galassini è stato eletto sindaco con il 54,06%, secondo Alberto Ferrari con 25,07%, terza Daniela Roncolato 20,86%. A Legnaro, Giovanni Bettini è stato eletto sindaco con il 41,74%, secondo Lorenzino Collesei 25,83%, terzo Davide Bianchini 24,71%, quarto Stefanino Criconia 7,71%.

ORE 18.50. A Saletto, Michele Sigolotto è stato eletto sindaco con il 62,03%, secondo Daniele Mocellin 37,96%. A Saccolongo Elisa Maggiolo è stata eletta sindaco con il 46,45%, secondo Edoardo Tobaldo 40,83%, terzo Nicola Ferrarese 12,71%. A Pozzonovo, Antonio Tognin è stato eletto sindaco con il 53,48%, secondo Flavio Merlin 24,58%, terzo Domenico Riolfatto 21,92%.

ORE 18.40. A San Martino di Lupari, Jerry Boratto è stato eletto sindaco con il 56,11%, secondo Pierfrancesco Zen 31,06%, terzo Pietro Zorzato 8,23%, quarta Amedea Tittoto 4,59%. A San Giorgio in Bosco Renato Miatello detto Bobo è stato eletto sindaco con il 67,44%, seconda Valentina Campagnaro 32,55%. A San Giorgio delle Pertiche Piergiorgio Prevedello è stato eletto sindaco con il 32,46%, secondo Claudio Scapolo 20,81%, terza Rina Bellotto 19,91%, quarto Paolo Filippi 17,11%, quinto Roberto Graziano 9,68%.

ORE 18.30. A Padova, con 74 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 33,33%, tallonato da Bitonci (Lega) con 32,09%, terzo Saia 10,10%, poi Fiore 9,98%, Altavilla 8,90%, Colasio 2,28%, Ruffini 1,43%, Salmaso 1,08%, Cesaro 0,81%.

ORE 18.20. A Vo', Vanessa Trevisan è stata eletta sindaco con il 46,66%, secondo Andrea Berton 36,35%, terzo Claudio Lovison 16,98%. A Vighizzolo d'Este, Andrea Vanni è stato eletto sindaco con il 68,10%, secondo Claudio Paluan 31,89%. A Tombolo Cristian Andretta è stato eletto sindaco con il 55,89%, secondo Maurizio Peggion 23,16%, terza Alessandra Bergamin 20,93%. A San Pietro in Gu, Gabriella Bassi è stata eletta sindaco con il 49,83%, secondo Michele Carli 42,22%, terzo Marco Pedon 7,93%. A Sant'Elena, Emanuele Barbetta è stato eletto sindaco con il 53,92%, secondo Antonio Paribello 26,33%, terzo Cristiano Vanzetto 19,73%.

ORE 18.15. A Padova, con 66 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 32,92%, tallonato da Bitonci (Lega) con 32,10%, terzo Fiore 10,18%, poi Saia 10,10%, Altavilla 9,02%, Colasio 2,27%, Ruffini 1,50%, Salmaso 1,11%, Cesaro 0,80%.

ORE 18.10. A San Pietro Viminario Federico Curzio è stato eletto sindaco con il 52,37%, secondo Luigi Zedda 35,07%, terzo Adriano Lucotti 12,55%.

ORE 18. A Padova, con 57 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 32,96%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,82%, terzo Fiore 10,23%, poi Saia 10,20%, Altavilla 9,11%, Colasio 2,26%, Ruffini 1,46%, Salmaso 1,13%, Cesaro 0,84%.

ORE 17.40. A Padova, con 44 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) rimane in testa con il 32,64%, tallonato da Bitonci (Lega) con 31,97%, terzo Fiore 10,55%, poi Saia 10,11%, Altavilla 8,91%, Colasio 2,40%, Ruffini 1,42%, Salmaso 1,17%, Cesaro 0,85%.

ORE 17.25. A Villa Estense Paolo Oppio è stato eletto sindaco con il 55,07%, secondo Marco Chinello 44,92%. A Tribano Piergiovanni Argenton è stato eletto sindaco con il 33,25%, secondo Massimo Cavazzana 32,26%, terzo Roberto Bazzarello 22,32%, quarta Giulia Banzato 12,15%. A Stanghella Sandro Moscardi è stato eletto sindaco con il 46,93%, secondo Sergio Manzato 30,18%, terzo Claudio Cecchinello 22,88%.

ORE 17.20. A Pontelongo, Fiorella Canova è stata eletta sindaco con il 49,46%, secondo Roberto Franco 34,02%, terzo Marino Zenna 16,50%.

ORE 17.15: IL SORPASSO - A Padova, con 35 sezioni scrutinate su 206, Rossi (Pd) con 32,60%, supera Bitonci (Lega) che gli è subito dietro con 32,17%, terzo Fiore 10,46%, poi Saia 10,20%, Altavilla 8,83%, Colasio 2,35%, Ruffini 1,34%, Salmaso 1,26%, Cesaro 0,78%.

ORE 17.10. A Galliera Veneta Stefano Bonaldo è stato eletto sindaco con il 53,45%, secondo Lamberto Tellatin 46,54%.

ORE 17.05. A Padova, con 32 sezioni scrutinate su 206, Bitonci (Lega) è in testa con 32,37%, tallonato da Rossi (Pd) 32,33%, Fiore 10,65%, Saia 10,27%, Altavilla 8,55%, Colasio 2,46%, Ruffini 1,40%, Salmaso 1,30%, Cesaro 0,68%.

ORE 17. A Carceri Tiberio Businaro è stato eletto sindaco con il 67,47%, secondo Paolo Vigato 26,72%, terza Loretta Graziani 5,79%.

ORE 16.55. A Correzzola, raggiunto il quorum della metà più uno dei votanti, Mauro Fecchio, unico candidato in lizza, è stato eletto sindaco (100%).

ORE 16.50. A Piacenza d'Adige Primo Magri, della lista Progetto Civico, è stato eletto sindaco con il 57,24%, secondo Valentino Chiarello 42,75%.

ORE 16.45. A Ponso Sandro Parolo è stato eletto sindaco con il 53,53%, secondo Sebastiano Zanin 25,37%, terza Francesca Faggion 21,09%.

ORE 16.35. A Padova, con 23 sezioni scrutinate su 206, Bitonci è in testa con 33,55%, quindi Rossi 31,38%, Saia 10,62%, Fiore 10,32%, Altavilla 8,41%, Colasio 2,41%, Ruffini 1,39%, Salmaso 1,29%, Cesaro 0,62%.

ORE 16.15. A Padova, con 19 sezioni scrutinate su 206, Bitonci è in testa con 33,70%, quindi Rossi 31,63%, Saia 10,79%, Fiore 9,94%, Altavilla 8,24%, Colasio 2,34%, Ruffini 1,40%, Salmaso 1,04%, Cesaro 0,56%.

ORE 16.10. A Urbana Marco Balbo, della lista Per Urbana e San Salvaro, è stato eletto sindaco con il 61,50%, secondo Antonio Sghinolfi 38,49%.

ORE 16. A Padova, con 12 sezioni scrutinate su 206, Bitonci è in testa con 34,93%, quindi Rossi 30,86%, Saia 11,42%, Fiore 9,90%, Altavilla 7,64%, Colasio 2,21%, Salmaso 1,48%, Ruffini 1,04%, Cesaro 0,51%.

ORE 15.45. A Terrassa Padovana Modesto Lazzarin, della lista Noi con la gente, è stato eletto sindaco con il 58,94%, secondo Roberto Brunazzo 34,17%, terza Graziella Borella 6,87%.

ORE 15.30. A Padova, con 8 sezioni scrutinate su 206, Bitonci è in testa con 32,47%, quindi Rossi 32,08%, Saia 11,18%, Fiore 10,90%, Altavilla 7,64%, Colasio 2,12%, Salmaso 1,67%, Ruffini 1,35%, Cesaro 0,59%.

ORE 15. Secondo i primi exit poll il sindaco reggente uscente Ivo Rossi (Pd) avrebbe conquistato il 40% dei consensi, percentuale che lo vedrebbe giocarsi la poltrona al ballottaggio con il candidato della Lega, il senatore Massimo Bitonci, che avrebbe maturato il 27% dei voti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZIONI COMUNALI A PADOVA Risultati e preferenze delle liste

PadovaOggi è in caricamento