Video omofobo, Regione Veneto: "Zanon chieda scusa subito con nuovo video"

La condanna del presidente della giunta regionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

“Condanno con tutte le mie forze e in modo assoluto quanto affermato in un video omofobo da Raffaele Zanon”. Lo dichiara il presidente della Giunta regionale del Veneto.

“Non esistono scuse o giustificazioni di sorta quando si offendono così profondamente le persone nelle loro scelte sessuali, religiose, politiche e culturali – aggiunge il presidente - Con questo video, a tratti vomitevole, si è andati oltre tutti i limiti del buon gusto. Neppure una campagna elettorale, con i suoi eccessi verbali e il tradizionale fervore, può legittimare l’imbarazzo che quelle parole suscitano nelle gente del Veneto, che per tradizione è rispettosa e tollerante e che si attende che i suoi amministratori lo siano altrettanto”.

“Invito quindi Zanon – e lo dico una volta soltanto – a chiedere formalmente scusa utilizzando le stesse modalità con cui ha offeso e imbarazzato. Cioè un video postato immediatamente in linea in cui siano evidenti il pentimento e il riconoscimento del grave errore compiuto, togliendo tutta la comunità dall’imbarazzo che la attanaglia”.

I più letti
Torna su
PadovaOggi è in caricamento