Giulia Carraro, la giovane candidata che ha scelto giurisprudenza per tutelare i deboli

E' tra le più giovani concorrenti a un posto alla camera per la provincia di Padova. E' candidata con Potere al Popolo

E' nata a Padova 31 anni fa, Giulia Carraro, ed è laureata in giurisprudenza. E' tra le più giovani candidate a Padova per la camera dei deputati. Perché ha scelto quegli studi, per la laurea, lo spiega nel sito del partito per cui è candidata, Potere al Popolo: "l’avevo scelta per poter fronteggiare adeguatamente chi, col diritto o grazie alla sua ignoranza, approfitta di qualcun altro. Ora ho un contratto precario come operatrice legale nell’accoglienza dei richiedenti asilo e, ogni giorno, imparo qualcosa da chi viene dall’altra parte del mondo ed è un miracolo che sia vivo. Da quando ero in seconda superiore il mio ossigeno è stata la lotta, dapprima nei collettivi studenteschi per il diritto allo studio per tutti, poi nei Clash City Workers per i diritti di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In difesa della fasce più deboli

La incontriamo sabato di mattina, in una iniziativa  per il diritto alla casa organizzata a mezzogiorno davanti al municipio. Parla a nome dei precari, e dei senza diritto. Nel pomeriggio di sabato il suo intervento dagli scalini della Gran Guardia è stato uno degli interventi più applauditi. "Noi teniamo insieme - spiega la Carraro - vertenze e movimenti che lottano contro gli annullamenti dei diritti, come quello ad abitare ad esempio. Ma poi c'è il lavoro, la scuola, la sanità, tutti quei temi cari a chi ha meno diritti, chi occupa le fasce più a rischio della società". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: altri anziani morti, a Padova 2,3 positivi ogni mille abitanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento