rotate-mobile
Politica

Emergenza profughi, il leader della Lega Matteo Salvini all'ex caserma Romagnoli

Il segretario del Carroccio giovedì a Padova per sostenere la candidatura di Massimo Bitonci a sindaco di Padova. In primo piano la questione accoglienza

"La gente si lamenta, la Lega fa", questo il motto del leader del Carroccio Matteo Salvini giovedì mattina a Padova per il comizio elettorale del candidato sindaco Bitonci davanti all'ex caserma Romagnoli. In primo piano la questione profughi e l'autonomia regionale con il referendum del 22 ottobre prossimo.

ACCOGLIENZA PROFUGHI. Gli esponenti leghisti hanno posto l'accento sull'accoglienza diffusa ribadendo il loro no all'accoglienza diffusa. In primo piano anche il lavoro fatto dall'allora giunta Bitonci per ridurre i volumi della caserma Romagnoli, per la chiusura della Prandina, all'epoca individuata come hub di accoglienza.

"NON GHETIZZIAMO LA LEGA". Infine, relativamente a quanto accaduto al governatore Zaia al centro della polemica per la foto postata con il calciatore di colore Isaac Donkor, hanno tenuto a precisare che la Lega non ha alcuna preclusione verso chi viene in Italia con la famiglia a lavorare: sono i ben accetti. Il loro sto all'invasione è rivolto a chi viene in Italia per delinquere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza profughi, il leader della Lega Matteo Salvini all'ex caserma Romagnoli

PadovaOggi è in caricamento