Esclusa per motivi politici: il Quadrato Meticcio "scarica" il portiere della squadra femminile

L'associazione sportiva indipendente che fa dell'inclusione e dell'antirazzismo i suoi cavalli di battaglia ha dato il benservito al portiere di calcio a 5, presidentessa del circolo di Fratelli d’Italia di Cadoneghe

Lei voleva semplicemente tornare al suo vecchio amore, ovvero giocare ancora a calcio a 5. Ma il suo desiderio è durato meno di due settimane, in quanto è stata esclusa dalla squadra per motivi politici: tutto ciò accade a Padova, e nel 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

La storia è stata portata alla ribalta dal "Corriere del Veneto": la squadra in questione è il Quadrato Meticcio, associazione sportiva indipendente che fa dell'inclusione e dell'antirazzismo i suoi cavalli di battaglia. Cercavano un portiere, e credevano di averlo trovato in E.B., presidentessa del circolo di Fratelli d’Italia di Cadoneghe: lei aveva già ricoperto tale ruolo calcistico in passato, e non ha avuto problemi a indossare nuovamente i guanti. Tutto fila liscio nella prima settimana di allenamenti, ma al suo ritorno da una vacanza arriva la cattiva notizia: esclusione causa visioni politiche diverse. E la scoperta è stata fatta dalle ragazze del Quadrato Meticcio navigando su Facebook: quei post contro i migranti e il "like" a una pagina con frasi di Benito Mussolini non sono proprio andati giù alle sue compagne, che le hanno dato il benservito. Ora è scambio di accuse, col portiere che - come riporta sempre il “Corriere del Veneto” - attacca le sue ormai ex compagne («Mi hanno detto che questa è una squadra dove l’aspetto politico pesa almeno per il 50%») e i responsabili del Quadrato Meticcio che si difendono dichiarandola «semplicemente incompatibile coi nostri valori etici e anche con quelli del Coni». Difficilmente, però, la questione si chiuderà qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto a Maserà: muore insegnante di religione del Pietro d'Abano

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

  • Giro d'Italia 2020: nuova data per la tappa di Monselice, inserita l'ascesa al Roccolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento