Un corrispettivo di 740 euro per ognuno dei 3.856 bimbi iscritti: l'aiuto della Regione per i nidi

Un contributo straordinario di quasi 3 milioni di euro è in arrivo per i nidi, i micronidi, i nidi aziendali, i nidi famiglia e i servizi innovativi per l’infanzia del Veneto

Un contributo straordinario di quasi 3 milioni di euro è in arrivo per i nidi, i micronidi, i nidi aziendali, i nidi famiglia e i servizi innovativi per l’infanzia del Veneto: si tratta di un corrispettivo di 740 euro per ognuno dei 3.856 bimbi iscritti, che la Regione Veneto intende riconoscere a tutte le strutture per la prima infanzia in considerazione dello stop imposto dall’emergenza Coronavirus e della conseguente sospensione o riduzione delle rette pagate dalle famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il contributo

Spiega l'assessore alla sanità e al sociale Manuela Lanzarin: «Dopo aver accelerato l’erogazione dei contributi annuali per 4,5 milioni di euro a nidi e scuole dell’infanzia, la Giunta regionale del Veneto ha deliberato anche un contributo straordinario di 2.853.440 euro per aiutare tutte quelle strutture che offrono servizi innovativi per la fascia di età 0-3 anni, severamente colpiti dalla riduzione di entrate che si è verificata da fine febbraio in poi, e che, come nel caso dei nidi in famiglia, non beneficiano nemmeno del Fondo nazionale per i servizi per la prima infanzia. L’obiettivo è aiutare tutte le strutture di servizio alla primissima infanzia e alla famiglia a non chiudere e a superare la crisi, in modo da non impoverire la rete dei servizi educativi per i più piccoli». Il sistema veneto dei servizi per la prima infanzia conta infatti, oltre ai 793 nidi statali, comunali e paritari, anche 34 nidi e servizi innovativi per la prima infanzia accreditati con una capacità ricettiva complessiva di 864 posti, 75 nidi e servizi innovativi solo autorizzati con una capacità ricettiva complessiva di 1.606 posti e 231 nidi in famiglia con una capacità ricettiva complessiva di 1.386 posti. Considerati gli effetti della riduzione o del mancato versamento delle rette da parte delle famiglie, a causa dalla sospensione dei servizi in presenza da fine febbraio, la Regione riconosce anche quelle strutture che, per ragioni varie, non rientravano tra i beneficiari del bando, un contributo straordinario commisurato alla quota media pro capite assegnata ai servizi per la prima infanzia. Conclude l'assessore Lanzarin: «I servizi per la prima infanzia 0-3 anni sono elementi fondamentali della rete per il welfare e il sostegno alla famiglia e alla genitorialità. In media in Veneto 21 bimbi su 100 sotto i tre anni trovano un posto al nido, percentuale superiore alla media nazionale, ma ancora inferiore agli standard europei. Il nostro impegno prioritario per la fase 2 è fare in modo che nessuna struttura chiuda i battenti o riduca le proprie capacità di accoglienza a causa dell’emergenza sociale ed economica che stiamo attraversando».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • «Dov’è la felicità? È molto lontana, è vicino a Padova», il meme diventa virale

  • Tragedia nella Bassa: bimba di un anno e mezzo muore investita dal nonno

  • Frontale tra una Punto e un furgoncino: 17enne padovana perde la vita

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento